rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Lipari

Alimenti nocivi e cibo conservato male, denunciato un ristoratore

E' quanto emerso dai controlli dei carabinieri a Salina dove sono stati sequestrati due chilogrammi di tonno rosso. Le verifiche dei militari alle Isole Eolie anche su strada, pioggia di denunce e sanzioni nel fine settimana

Denunciato all'autorità giudiziaria il titolare di un’attività di ristorazione per aver commercializzato sostanze alimentari nocive e per aver somministrato alimenti in cattivo stato di conservazione. E' quanto emerso dai controlli dei carabinieri di Salina che hanno sequestrato due chilogrammi di tonno rosso.

Sempre a Salina, i carabinieri della Sezione Radiomobile, giunti sull’isola con equipaggi a bordo delle autoradio “gazzelle” e con i motociclisti, hanno deferito in stato di libertà anche una persona per guida sotto l’influenza di alcool, poiché, controllata alla guida della propria autovettura e sottoposta all’accertamento tramite etilometro, è risultata positiva con un tasso alcolemico ben superiore ai limiti previsti.

Gli interventi nell'ambito del servizio straordinario di controllo del territorio nelle isole Eolie.  I militari delle Stazioni Carabinieri dell’arcipelago eoliano, presenti a Lipari, Vulcano, Santa Marina Salina, Filicudi e Stromboli, nonché del Posto Fisso di Panarea, con l’ausilio dei militari di rinforzo destinati per la stagione estiva, nonché dei Carabinieri della Sezione Radiomobile di Milazzo, hanno attuato diversi posti di controllo alla circolazione stradale.

Palpeggia una donna mentre balla, un arresto a Salina

A Vulcano, i militari hanno denunciato due persone per rifiuto di sottoporsi all’accertamento dell’uso di sostanze stupefacenti e una persona per guida sotto l’influenza di alcool, poiché, controllata alla guida della propria autovettura e sottoposta all’accertamento tramite etilometro, è risultata positiva con un tasso alcolemico ben superiore ai limiti previsti. Inoltre hanno sanzionato: sei persone per aver violato la vigente ordinanza sindacale n. 115/2021 che, in ragione della pericolosità connessa alle anomale concentrazioni delle esalazioni gassose presenti sulla sommità del vulcano, vieta la scalata del cratere della Fossa a visitatori ed escursionisti e cinque persone in evidente stato di ubriachezza, poiché sorprese ad importunare alcuni residenti e turisti nei pressi dell’area della cosiddetta “movida”.

I carabinieri della Motovedetta CC 814 “Monteleone”, in uno specchio acqueo ad intenso traffico marittimo, hanno sanzionato due persone impegnate nella navigazione notturna senza fare uso dei prescritti segnali luminosi tali da creare pericolo di sinistri marittimi.

Nel corso dei servizi sono state controllate 157 vetture e 354 persone, di cui 16 nel proprio domicilio in quanto sottoposte a misure privative della libertà personale, mentre sono stati ispezionati 13 esercizi commerciali.

Inoltre 7 persone sono state segnalate alla Prefettura quali assuntrici di stupefacente, poiché trovate in possesso di modiche quantità di marijuana, hashish e cocaina detenute per uso personale e sono state elevate 41 sanzioni relative al codice della strada, tra cui alcune per guida sotto l’influenza di alcool, la mancanza di copertura assicurativa e di revisione, la mancanza di documenti di guida, l’uso del cellulare alla guida, il mancato uso del casco su ciclomotore e l’inosservanza dei segnali di obbligo, divieto o limitazioni nei centri abitati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alimenti nocivi e cibo conservato male, denunciato un ristoratore

MessinaToday è in caricamento