rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca

Collegamenti sullo Stretto, servizio a Blujet fino al 31 marzo: sindacati preoccupati

Il governo ha concesso una nuova proroga a Ferrovie dello Stato dopo il bando andato deserto. Filt Cgil e Uiltrasporti: "Ennesima mortificazione"

Di proroga in proroga. Dopo il bando andato deserto, il servizio di collegamento con aliscafi tra Messina e Reggio Calabria resta in mano a Blujet. La società controllata da Ferrovie dello Stato gestirà i collegamenti ancora per i prossimi sei mesi così come stabilito dal governo.

Una situazione di precarietà che preoccupa i sindacati. Filt Cgil e Uiltrasporti intervengono sulla questione e chiedono al nuovo esecutivo maggiore impegno per la tanto discussa continuità territoriale tra le due sponde. Altrimenti invitano il territorio alla mobilitazione.

"Oggi - dichiarano Carmelo Garufi e Michele Barresi - con rammarico dobbiamo “festeggiare” il quarto anno di precarietà nonostante più volte i sindacati abbiano cercato di attirare l’attenzione del governo nazionale su quello che è indiscutibilmente un tema nevralgico per le comunità che vivono e lavorano sulle due sponde dello Stretto, a quanto pare però senza riuscire a stimolare quegli interventi necessari per rendere questo servizio davvero efficiente. Come si può pensare infatti a eventuali investimenti per migliorare quantitativamente e qualitativamente la mobilità tra le due sponde, e ad avviare una integrazione tariffaria con le aziende di trasporto urbano di Messina e Reggio, senza che la compagnia di navigazione affidataria abbia una prospettiva di ampio respiro ma continuando di proroga in proroga? Il risultato è sotto gli occhi di tutti e a scontarlo sono le migliaia di pendolari che ogni giorno si muovono tra Reggio e Messina con un’offerta di orari che non risponde alle esigenze di una platea così vasta. Una situazione che mantiene in uno stato di costante precarietà i lavoratori marittimi ancora impegnati in una lunga vertenza contrattuale e salariale e tutto l’indotto che opera nei servizi a terra. Siamo fiduciosi che il nuovo management di Blu Jet riapra a breve il confronto con il sindacato sul territorio per dare risposte ai lavoratori sulla tematica salariale e sulla sicurezza dei mezzi - continuano Garufi e Barresi - mentre passerà al nuovo Ministro dei Trasporti che si insedierà l’annosa vertenza contrattuale sfociata in questi anni in numerose azioni di sciopero" 

L’appello di Filt Cgil e Uiltrasporti è per una mobilitazione dal territorio "affinché il neo Governo nazionale metta da subito tra le priorità dell’agenda le esigenze dei pendolari e dei lavoratori dello Stretto con il reperimento delle risorse necessarie per dare rilancio e stabilità al servizio di navigazione veloce tra Messina e Reggio Calabria" 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collegamenti sullo Stretto, servizio a Blujet fino al 31 marzo: sindacati preoccupati

MessinaToday è in caricamento