Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Sciopero Blujet, adesione al 90%: il coro di protesta dei lavoratori sotto la pioggia

La protesta organizzata da Cgil e Uiltrasporti. I marittimi chiedono un adeguamento contrattuale al pari dei colleghi delle navi traghetto. Atteso l'incontro col prefetto. Aliscafi fermi fino alle 21

 

Dalle 21 di ieri i mezzi veloci Blujet che collegano le due sponde dello Stretto di Messina sono fermi, salvaguardate solo le poche corse garantire dal contratto di servizio.

E' in atto, infatti,  lo sciopero, il secondo in appena un mese, dei lavoratori che ogni giorno assicurano la continuità territorale tra Sicilia e Calabria.

La protesta del 20 settembre

Davanti alla stazione marittima, i marittimi della società del gruppo Ferrovie dello Stato si sono ritrovati in un sit-in promosso dai sindacati Cgil e Uil. Alla manifestazione ha aderito il 90% dei dipendenti.

I lavoratori continuano a chiedere l'applicazione del contratto nazionale del comparto ferroviario così come avviene per i colleghi che svolgono il servizio sulle navi traghetti per l'imbarco dei treni. Anche chi lavora sugli aliscafi, infatti, svolge servizio di continuità territorale così come specificato nello statuto della stessa Blujet. 

Una vera e propria disparità contrattuale che vede uno stipendio inferiore del 40% rispetto ai lavoratori di Rete Ferroviaria Italiana. 

Al termine della manifestazione, una delegazione di lavoratori sarà ricevuta dal prefetto Librizzi. 

Lo sciopero si concluderà stasera alle 21. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento