rotate-mobile
Cronaca

Caos alloggi di transito, appello al prefetto

Il movimento +Europa si rivolge a Cosima Di Stani dopo il caso Bisconte

La questione alloggi di transito del Comune finisce all'attenzione del prefetto. Il portavoce messinese di +Europa Giulio Perticari e la dirigente nazionale Palmira Mancuso hanno rivolto un appello a Cosima Di Stani. "L'ultimo garante per i diritti dell'infanzia della nostra città Angelo Fabio Costantino - scrivono - ha denunciato il dramma che ha vissuto, durante le feste natalizie e il capodanno, una famiglia, col padre malato di cuore e quattro figli, costretta a vivere in una singola stanza perché il Comune attraverso la partecipata Messina Social City ha programmato in questo periodo natalizio il ripristino della terrazza. Ci uniamo all'accorato appello che il dottore Costantino rivolge alla prefettura di Messina affinché si comprenda il disagio di una madre che in condizioni disperate ha forzato la serratura della casa che sono stati costretti a lasciare per recuperare indumenti e materiale didattico dei figli". 

Alloggi di transito, botta e risposta

"L'amministrazione comunale cerchi di recuperare lo spirito natalizio che l'ha contraddistinta tra addobbi e fontane e affronti questa emergenza con ragionevolezza senza trincerarsi sulla difensiva come ha fatto col caso del cenone natalizio per i poveri." - concludono Perticari e Mancuso - le criticità che abbiamo più volte riscontrato nella cattiva programmazione dei cantieri, della gestione idrica e le innumerevoli problematicità sollevate dall'Unione inquilini siano per il sindaco Basile fonte di miglioramento. Interpretare come sciacallaggio il nostro impegno per il bene comune è un vittimismo inutile e controproducente". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos alloggi di transito, appello al prefetto

MessinaToday è in caricamento