Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Alluvioni 2022 in Sicilia, in arrivo ristori per privati e imprese

Il Dipartimento regionale della Protezione civile ha emesso i decreti attuativi per l’assegnazione dei 5 milioni di euro per i privati e le imprese delle province di Trapani, Messina e Siracusa

Il Dipartimento regionale della Protezione civile ha emesso i decreti attuativi per l’assegnazione dei 5 milioni di euro per i privati e le imprese delle province di Trapani, Messina e Siracusa danneggiati dalle alluvioni di settembre e ottobre dello scorso anno.

“Finalmente ce l'abbiamo fatta - afferma la deputata del M5S all'Ars Cristina Ciminnisi che aveva presentato l'emendamento alla finanziaria - Ad un anno da un evento che ha segnato la vita di tanti cittadini trapanesi, messinesi e siracusani oggi portiamo a casa una bella notizia. Non abbiamo indietreggiato di un passo e quelle somme oggi sono reali. Fatti concreti, niente slogan. Questa è la politica che ci piace fare. Ora continuerò il mio lavoro perché il governo regionale mantenga la promessa di ulteriori finanziamenti da dedicare ai ristori. Farò di tutto perché sia mantenuta e vengano reperiti altri finanziamenti, a cominciare dal milione di euro sottratto nella precedente manovra".

Come si ricorderà il governo ridusse i ristori ai privati da un primo stanziamento di 6 milioni a 5 milioni di euro, destinando un milione per altre finalità. “La pubblicazione dei decreti attuativi – commenta il capogruppo M5S all'Ars Antonio De Luca - è il giusto epilogo di una battaglia che abbiamo portato avanti con grandissima determinazione per dare risposte concrete a chi, a causa degli allagamenti, ha visto compromessi i sacrifici di una vita. Certo si poteva e si doveva fare di meglio. Per questo solleciteremo il governo a trovare nuove risorse”.

Direttive e modulistica di richiesta dei ristori saranno inviate dalla Regione ai Comuni delle province di Trapani, Messina e Siracusa, interessati dalle alluvioni del 2022, e da questi pubblicate sui portali istituzionali. Per accedere ai contributi, i cittadini devono presentare domanda al Comune sotto forma di autocertificazione, utilizzando l’apposito modello entro il termine perentorio di 30 giorni, decorrente dal giorno successivo alla data di pubblicazione della direttiva sulla Gurs.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvioni 2022 in Sicilia, in arrivo ristori per privati e imprese
MessinaToday è in caricamento