Antillo, dopo quindici anni si consolida il centro abitato

La Regione pubblica la gara da un milione e seicentomila euro per l’affidamento dei lavori

Si attendeva da oltre quindici anni, ad Antillo, il consolidamento del quartiere “Giorgina-Piano Calcaradella”, nella parte a valle del piccolo Comune messinese.

La Struttura contro il dissesto idrogeologico - guidata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e diretta da Maurizio Croce - ha programmato un intervento che restituirà piena fruibilità alla zona che ha una classificazione R4 ossia a rischio idrogeologico molto elevato, e che è soggetta a frane che hanno causato, negli anni, cedimenti di fabbricati e di infrastrutture secondarie.

E’ stata infatti pubblicata la gara - da un milione e seicentomila euro - per l’affidamento dei lavori che prevedono la realizzazione di sistemi di regimazione idraulica e di canalizzazione, e di due paratie, una a monte della lunghezza di 175 metri e una nella parte bassa di 125 metri. L’opera, una volta eseguita, consentirà di rafforzare ancor di più la sicurezza della parte alta di Antillo, sede della Chiesa di Santa Maria della Provvidenza, della casa comunale e di diversi edifici.

Potrebbe interessarti

  • Nuovi parroci e spostamenti, così le nomine dell'arcivescovo

  • Il Sole 24 Ore boccia Messina per qualità della vita: troppo lunghi i tempi dei processi

  • Lady Gaga, italiana e me ne vanto ma a Naso la aspettano ancora

  • Ferragosto, perché si chiama così e perché è una festa

I più letti della settimana

  • Giardini Naxos, giovane accoltellato all'uscita da una discoteca

  • Ucria, zio e nipote uccisi per un parcheggio: catturato l'uomo che ha sparato

  • Giardini Naxos, muore in spiaggia l'ex ciclista Felice Gimondi

  • Omicidio ad Ucria, oggi i funerali ai Contiguglia ma sulla rete esplode #iostoconSalvo

  • Colpo di scena nel duplice omicidio di Ucria, ad aggredire sarebbero state le vittime

  • Ucria, la procura: "Russo oltre la legittima difesa, i Contiguglia colpiti entrambi in faccia"

Torna su
MessinaToday è in caricamento