Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca

Caro voli, Antitrust pronta ad archiviare il procedimento: "Nessun 'cartello' fra le compagnie aeree"

Ad annunciarlo è stato il segretario generale Guido Stazi durante un’audizione alla Camera: "Non possiamo affermare che i prezzi siano determinati da una concertazione illecita tra i vettori"

"Le evidenze raccolte non hanno fornito elementi sufficienti a corroborare l’ipotesi istruttoria. Di tale esito, come previsto dal regolamento di procedura, sono stati informati i vettori aerei coinvolti e, allo stato, è prevista la chiusura del procedimento nelle prossime settimane". A indicarlo è stato il segretario generale dell'Antitrust, Guido Stazi, nel corso di un'audizione alla Camera, riferendo l’esito delle indagini nell’ambito della quale "l’Autorità ha inteso verificare se gli incrementi del livello dei prezzi registrati lo scorso anno in occasione delle festività natalizie sulle rotte nazionali da e per la Sicilia fossero riconducibili ad una concertazione illecita tra i vettori aerei".

"Allo stato, non vi sono elementi - ha aggiunto Stazi - che consentano di concludere che le dinamiche di prezzo dei servizi di trasporto aereo di passeggeri sulle rotte di collegamento tra l’Italia peninsulare e la Sicilia siano determinate da una concertazione illecita tra i vettori ivi operanti. A partire dal 2022, in concomitanza con la ripresa dei flussi di trasporto aereo passeggeri dopo l’intervallo pandemico, i prezzi di vendita dei biglietti sulle rotte di collegamento tra la penisola e le isole maggiori - caratterizzate da particolari esigenze di mobilità connesse alla stagionalità della domanda e alla minore disponibilità di modalità alternative di collegamento - hanno mostrato dinamiche sostenute soprattutto in prossimità delle ferie estive e delle festività natalizie, segnalate all’Autorità da associazioni di consumatori e dalla stessa Regione Sicilia”.

L'Autorità, ha spiegato ancora Stazi, ha quindi avviato a dicembre 2022 un procedimento nei confronti di EasyJet, Ita, Ryanair e WizzAir volto ad accertare l’esistenza di un possibile cartello in violazione dell’articolo 101 Trattato sul funzionamento dell'Unione europea con riguardo alle condizioni di offerta del servizio del trasporto aereo di passeggeri di linea in classe "economy" (tariffe e frequenze) operate durante le festività natalizie del 2022/23 sulle rotte da e per gli scali, da un lato, di Palermo o Catania e, dall’altro, di Roma, Milano, Torino e Bologna.

Intanto, prosegue Stazi, "a fronte delle circostanze che avevano condotto all’avvio del procedimento istruttorio, il 14 novembre scorso l’Autorità ha esercitato per la prima volta i poteri ad essa attribuiti dalla legge numero 136/2023, deliberando l’avvio di una indagine conoscitiva specificamente rivolta al funzionamento degli algoritmi che determinano i prezzi dei voli da e per la Sardegna e la Sicilia, volta a verificare se e in che misura, indipendentemente dalla sussistenza di illeciti perseguibili ai sensi della normativa antitrust in tema di intese o abusi di posizione dominante, il fenomeno osservato sia riconducibile alle specifiche modalità di determinazione dei prezzi attualmente in uso da parte delle compagnie aeree".

"In particolare l’indagine, in assenza di evidenze sufficienti a provare un illecito concorrenziale, intende approfondire - conclude Stazi - il funzionamento degli algoritmi da tempo utilizzati dalle compagnie al fine di ottimizzare i ricavi sulle rotte operate, mediante la differenziazione e l’adattamento delle tariffe dei singoli voli al variare di una serie di fattori quali il grado di riempimento dell’aeromobile, l’andamento della domanda effettiva rispetto a quella attesa e la distanza temporale tra il momento di prenotazione/acquisto e quello della partenza del volo".

Nei giorni scorsi la Regione ha ufficializzato, in virtù di un accordo tra il presidente Renato Schifani e la compagnia Ita Airways, il lancio di un nuovo prodotto commerciale rivolto ai siciliani di età compresa fra i 12 e i 25 anni. Oltre all’adesione al programma di sconti per i residenti siciliani e all’aumento dei voli per le prossime festività natalizie, il direttore generale di Ita Airways, Andrea Benassi, ha annunciato, oltre "Flight pass giovani Sicilia", un incremento di voli anche per la prossima stagione. L’altra misura prevista dalla Regione prevede uno sconto del 25%, che sarà possibile richiedere attraverso un'apposita piattaforma, per i residenti che abbiano acquistato un biglietto a partire dal 10 novembre per voli effettuati dopo il primo dicembre e fino a 31 dicembre 2024. Peccato però che questo sconto sia applicabile solo per chi vola su Roma, Milano e Bergamo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro voli, Antitrust pronta ad archiviare il procedimento: "Nessun 'cartello' fra le compagnie aeree"
MessinaToday è in caricamento