rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

Autostrade, appalto per la rete antincendio pilotato? In cinque a giudizio

Andranno a processo l’ex dirigente del Cas Gaspare Sceusa, il barcellonese Francesco Duca e il "mediatore" milazzese Giuseppe Trifilò. Con loro gli imprenditori Pietro Paolo Rampino e Silvio Meli

In cinque a giudizio per turbativa d’asta sull’appalto della rete antincendio nelle gallerie autostradali del Cas.

L’inchiesta della Dia a febbraio 2023 ha portato all’arresto ai domiciliari del dirigente in pensione del Cas Gaspare Sceusa e degli imprenditori Francesco Duca, barcellonese, e Giuseppe Trifilò di Milazzo. Coinvolti nell'inchiesta anche l'imprenditore leccese Pietro Rampino e il vittoriere Silvio Meli, considerato “mediatore”.

Per tutti loro la gup Claudia Misale ha deciso che andranno a processo. Prima udienza il 24 marzo 2025.

L'appalto dell'antincendio sull'autostrada pilotato, l'Antimafia avvia una istruttoria

Sono accusati di turbativa d’asta. Secondo l'accusa gli indagati erano riusciti a strutturare il contenuto del bando in modo da indurre la stazione appaltante a individuare il contraente in un'associazione temporanea d'imprese già determinata. Gli indagati sono stati documentati attraverso attività tecnica e pedinamenti. 

Il bando, una volta modificato, presentava requisiti tecnici restrittivi per escludere potenziali concorrenti e far vincere l'impresa vicina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autostrade, appalto per la rete antincendio pilotato? In cinque a giudizio

MessinaToday è in caricamento