Cronaca

Disoccupato e senza bonus statali, il dramma di un cuoco messinese: "Non dormo più la notte"

L'appello del 24enne Alessandro con un bimbo di due anni e l'affitto da pagare. "I 160 euro del reddito di cittadinanza di mia moglie non bastano e non posso chiedere aiuto. Noi dipendenti stagionali abbandonati"

Un bimbo di due anni, un altro in arrivo e la quasi certezza di rimanere disoccupato. Alessandro, giovane cuoco di Giardini Naxos, non riesce più a dormire al solo pensiero di un futuro incerto e dell'impossibilità di poter mantenere la sua famiglia.

Come tanti altri, è vittima indiretta del coronavirus che rischia di dare il colpo del ko alla già precaria economia messinese. "Sono un dipendente stagionale in un noto ristorante di Taormina - racconta Alessandro -  e ho ormai accettato l'idea di non poter tornare a lavorare. La struttura ha ovviamente chiuso in seguito alle disposizioni del governo, ma quando tutto sarà finito non sarà facile far ripartire il turismo e ci saranno meno assunzioni di personale. Il rischio di rimanere fuori è alto".

Al momento stringe i denti contando solo sui 160 euro garantiti alla moglie dal reddito di cittadinanza. Ed è proprio questo contributo a negargli la possibilità di ricevere ulteriore assitenza secondo un sistema da lui considerato inadeguato. "Pago regolarmente 400 euro di affitto mensile oltre ai mobili da poco acquistati. Non so come andare avanti.  Ho finito di lavorare ad ottobre e da febbraio non ricevo più l'indennità di disoccupazione. Ma l'attuale legge non mi consente di ricevere gli aiuti dello Stato così come i buoni comunali. Il reddito di cittadinanza percepito da mia moglie non può bastare".

Da qui l'appello alle istituzioni affinché garantiscano aiuti concreti a una delle categorie più a rischio. "Noi stagionali siamo abbandonati - precisa il giovane cuoco - occorrerebbe guardare anche il conto corrente di una persona prima di garantire il sostegno economico, non tutti siamo nelle stesse condizioni. Lo Stato deve garantire adeguata tutela a tutti, esaminando caso per caso. Al momento non posso permettermi di rinunciare al reddito di cittadinanza e fare domanda per i bonus, non so quanto tempo passerebbe". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disoccupato e senza bonus statali, il dramma di un cuoco messinese: "Non dormo più la notte"

MessinaToday è in caricamento