Cronaca

Caccia nell’area protetta di Fiumedinisi, il Cabs: “Bracconaggio sempre più preoccupante”

L'Associazione di volontari esperti in antibracconaggio interviene dopo un comunicato diffuso dai carabinieri. Tre arresti e 100 cartucce sequestrate per caccia illecita

Caccia fraudolenta nella Riserva naturale orientata di Fiumedinisi. A denunciare una  situazione sempre più allarmante  il Cabs, l'associazione di volontari esperti in antibracconaggio  dopo l'intervento dei carabinieri delle Stazioni di Alì Terme, Fiumedinisi e del personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia”, durante il quale hanno beccato tre soggetti a cacciare un cinghiale, illecita anche la tipologia delle  100 cartucce sequestrate, ritirati invece in forma cautelare  i  20 fucili legalmente detenuti  nelle abitazioni di altri sette denunciati, accusati solo di caccia di frodo

"I carabinieri – afferma  il Cabs- hanno evidenziato la prolungata attività di osservazione e pedinamento che ha infine consentito di individuare ben dieci persone, le quali sarebbero stati impegnate in una battuta di caccia in area protetta. Un'operazione importante che evidenzia però come, senza tale impegno, chi esercita in maniera fraudolenta l'attività venatoria abbia vita facile".

Durante l’operazione i carabinieri hanno arrestato tre soggetti ora accusati, in concorso tra loro, dei reati di ricettazione, detenzione e porto abusivo di arma clandestina e munizioni, nonché attività venatoria illecita. 

"Il caso avvenuto nel messinese - ha aggiunto il Cabs - evidenzia quanto grave sia il fenomeno del bracconaggio nel nostro paese. Quasi non manca giorno che non si registrino in Italia gravi violazioni a una normativa il cui presunto mancato rispetto è divenuto finanche oggetto dell'apertura di un fascicolo, da parte dell'Unione Europea, propedeutico alla procedura d'infrazione. Il nostro paese - ha concluso il CABS - ha risposto con molto ritardo con un Piano nazionale antibracconaggio rimasto, peraltro, in gran parte inattuato".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia nell’area protetta di Fiumedinisi, il Cabs: “Bracconaggio sempre più preoccupante”

MessinaToday è in caricamento