VIDEO | Due anni di indagini per disarticolare la cosca, plauso del comandante Cavallo dopo l'operazione Lampetra

I carabinieri hanno ricostruito la struttura e gli interessi della famiglia di 'ndrangheta. Stamani 19 arresti all'alba nel reggino e nelle province di Messina, Milano, Roma e Terni. Le congratulazioni del comandante Cavallo: “Brillanti risultati contro le mafie storiche di Cosa Nostra e ‘Ndrangheta”

Il provvedimento restrittivo dell’inchiesta “Lampetra” eseguito dai carabinieri del reparto operativo di Reggio Calabria e dalla compagnia di Villa San Giovanni, che ha portato stamani a 19 arresti nel reggino e nelle province di Messina, Milano, Roma e Terni, è l’esito di una indagine avviata nel 2019 e conclusasi nei primi mesi del 2021, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, diretta dal procuratore Giovanni Bombardieri e condotta dai sostituti procuratori Walter Ignazitto e Paola D’Ambrosio.

Armi e traffico di droga, 19 arresti

Focus principale delle investigazioni è stato diretto ad acclarare la radicata e attuale operatività della cosca Nasone - Gaietti, struttura mafiosa pienamente organica alla ‘ndrangheta unitaria ed operante nel territorio di Scilla e nelle aree limitrofe.

L’azione di contrasto da parte dei carabinieri di Sicilia e Calabria contro le mafie storiche di Cosa Nostra e ‘Ndrangheta continua senza sosta. In tre giorni di fila i carabinieri di Reggio Calabria, Palermo, Paternò e Gioia Tauro hanno messo a segno ben 4 operazioni che hanno consentito di smantellare tra le organizzazioni più potenti e pericolose del variegato panorama mafioso Nazionale.

Tutti i nomi degli arrestati

L’imponente reazione del sistema investigativo antimafia dell’arma ha suscitato il plauso del Comandante Interregionale carabinieri “Culqualber”, generale di Corpo d’Armata Gianfranco Cavallo che, nel congratularsi con i militari operanti e i rispettivi Comandanti Provinciali di Palermo, Reggio Calabria e Catania - generale Arturo Guarino e Colonnelli Marco Guerrini e Rino Coppola - ha voluto sottolineare come i brillanti risultati raggiunti in questi giorni siano frutto dell’impegno quotidiano e corale - con l’alto coordinamento della Magistratura - di uomini e donne dei reparti territoriali e speciali della Benemerita. Un esempio di grande dedizione e di elevata professionalità, che rassicura le comunità locali di Sicilia e Calabria e consente di assicurare alla giustizia esponenti di spicco mafiosi che si sono macchiati di crimini gravissimi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Due anni di indagini per disarticolare la cosca, plauso del comandante Cavallo dopo l'operazione Lampetra

MessinaToday è in caricamento