Vuole l'eredità e per anni minaccia e perseguita l'anziana zia

Un 51enne è finito in manette per atti persecutori. Dal 2015 terrorizzava la donna e i suoi familiari. In passato l'uomo aveva già ricevuto una denuncia per fatti analoghi

Ha minacciato e perseguitato l'anziana zia per anni con l'obiettivo di assicurarsi l'eredità della donna. L'aguzzino è un 51enne di Taormina che adesso è finito agli arresti domiciliari per il reato di atti persecutori. A mettergli le manette ai polsi sono stati i carabinieri della Perla dello Jonio.

L'azione molesta dell'uomo è iniziata nel 2015 e si è estesa anche ai familiari della donna che hanno vissuto nell'ansia temendo di subire violenze. Il 51enne, pur essendo già sottoposto ad una misura cautelare per fatti analoghi, avrebbe perseverato nelle sue condotte persecutorie al punto da determinare nella vittima un perdurante stato di ansia e di paura, nonché un fondato timore per la propria incolumità e quella dei prossimi congiunti.

L’autorità giudiziaria, sulla base delle evidenze raccolte dalla polizia ha quindi valutato la gravità dei fatti, ha disposto la sottoposizione del responsabile alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in quanto ritenuta unica misura cautelare idonea ad impedire la prosecuzione del reato.

Le denunce da parte delle vittime di maltrattamenti in famiglia, stalking e violenze di genere sono di fondamentale importanza per gli organi deputati a perseguire tali tipologie di delitti, poiché come nel caso di specie, conducono ad un immediato intervento di tutela. L’immediatezza della risposta della Polizia Giudiziaria si ricollega anche ad una specifica preparazione professionale
nell’affrontare tali reati, costantemente sollecitata e coordinata dalla Procura della Repubblica di Messina, che ha stabilito precise modalità operative per giungere quanto più rapidamente possibile a tutelare tutte le vittime vulnerabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento