Cronaca

"L'ho sfiorata perchè non c'era spazio”, resta ai domiciliari il 33enne accusato di aver toccato il fondoschiena a una commessa

L'uomo si è difeso spiegando il contatto fisico è stato casuale e di non essersi nemmeno reso conto del turbamento della giovane. Proposta istanza di riesame

Resta ai domiciliari anche dopo l’interrogatorio di garanzia l’uomo arrestato con l’accusa di violenza sessuale. Il 33enne di Rometta è stato sentito dal gip Simona Finocchiaro che ne ha disposto l’arresto dopo l’indagine dei carabinieri avviate in seguito alla denuncia della presunta vittima, una minore che lo accusa di averle toccato il fondoschiena.

Secondo quanto raccontato dalla giovane, mentre lavorava in un supermercato di Santo Saba, è entrato l’uomo che si aggirava con un atteggiamento sospetto fra i reparti per poi avvicinarsi e toccarla nelle parti intime. La ragazza ha cercato rifugio in un magazzino raggiunta da un collega che aveva assistito alla scena.

Le immagini delle telecamere confermerebbero la presenza dell’uomo, che si è difeso spiegando di essersi recato in quel supermercato in m modo casuale e che il contatto fisico con la ragazza non è stato voluto ma inconsapevole e dettato dagli spazi ristretti in quel frangente. L'uomo ha anche raccontato di non essersi reso conto del turbamento della giovane e di aver continuato a fare la spesa tranquillamente dirigendosi posi alla cassa per pagare prima di lasciare il locale.

L'avvocato che lo assiste, Giovanni Mannuccia, ha già proposto istanza di riesame.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'ho sfiorata perchè non c'era spazio”, resta ai domiciliari il 33enne accusato di aver toccato il fondoschiena a una commessa

MessinaToday è in caricamento