Cronaca

Spaccia durante l'affidamento ai servizi sociali, arrestato 45enne

L'uomo è stato trovato con due dosi di eroina. Dalla successiva perquisizione domiciliare i poliziotti hanno rinvenuto anche un bilancino di precisione e denaro in contante. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Gazzi

Stava scontando la pena alternativa delll'affidamento ai servizi sociali, ma continuava a spacciare droga.

Nei guai è finito il 45enne messinese Roberto Minissale. Lo scorso ottobre i poliziotti gli hanno trovato addosso due dosi di eroina, ma quando gli agenti hanno deciso di estendere i controlli alla sua abitazione per lui le cose sono peggiorate.

Poliziotti di Squadra Mobile e Volanti, durante la perquisizione domiciliare, hanno trovato infatti anche un bilancino di precisione e la somma di sessantacinque euro, ritenuta
provento di spaccio. Sequestrato, in quella occasione, anche un sistema di video sorveglianza che permetteva di controllare l’intera abitazione con telecamere posizionate in veranda sul retro della casa e accanto il portone d’ingresso.

All’esito dell’udienza di convalida dell’arresto, il quarantacinquenne era stato sottoposto agli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico. Ieri, al fine di dar corso al provvedimento della Procura della Repubblica – Ufficio Esecuzioni Penali, l'uomo è stato trasferito presso la casa circondariale Messina Gazzi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccia durante l'affidamento ai servizi sociali, arrestato 45enne

MessinaToday è in caricamento