Capo d'Orlando, violenza e furto per una cassa acustica: nei guai un rumeno e il figlio diciottenne

I due sono stati arrestati in flagranza di reato. La perquisizione ha prmesso di recuperare anche una cassa audio bluetooth

Tentata rapina e furto aggravato ai danni di un esercizio commerciale di di Capo d'Orando. A finire nei guai due rumeni, padre e figlio.

In particolare, nella mattinata di ieri, il 56enne Radu Linguarar ha tentato di impossessarsi di una cassa acustica, usando violenza contro il direttore del punto vendita, e successivamente si era dato alla fuga.

Gli agenti, allertati, sono intervenuti immediatamente sul posto e dopo la ricostruzione dei fatti si sono messi alla ricerca dell’uomo che in breve tempo è stato rintracciato e fermato nelle campagne circostanti. Fermato anche il figlio Emanuel di 18 anni, che aspettava il padre a bordo di un furgone, in sosta nei pressi dell’esercizio commerciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La perquisizione effettuata sul mezzo permetteva di recuperare, celato sotto un materasso, una cassa audio bluetooth precedentemente asportata dal negozio. I due pertanto sono stati arrestati in flagranza di reato e condotti presso la casa circondariale di Messina Gazzi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento