Duplice omicidio di Ucria per un parcheggio, arrestato Salvatore Russo

Il ventinovenne di Paternò ha confessato agli inquirenti al carcere di Gazzi. La lite per il posteggio non è nata la notte di ferragosto ma si contendevano lo stallo nella piazzetta da settimane. La vittima Antonino Contiguglia, aveva numerosi precedenti penali

Salvatore Russo

E' Salvatore Russo, 29 anni, di Paternò, l'uomo che ieri sera ha sparato ad Ucria, uccidendo Antonino e Fabrizio Contiguglia, 62 e 27 anni e ferito un terzo parente, Salvatore, di 47 anni, ora ricoverato al Papardo per un intervento chirurgico a seguito della sparatoria.

L'uomo, interrogato in queste ore in carcere, ha confessato e raccontato la sua verità all'origine dello scontro.

E' certo si sia trattato di una lite per il parcheggio ma non di un scontro nato sul momento. Da qualche settimana, infatti, si contendevano il posteggio nella piazzetta di Ucria, dove il giovane di Paternò trascorreva le vacanze e dove abitavano i Contiguglia, in particolare Antonino noto alle forze dell'ordine, arrestato dieci anni fa e che aveva già scontato una condanna per l'inchiesta di mafia Mare Nostrum.

Gli animi si erano sempre più infervorati fino alla sera di ferragosto quando l'uomo ha sparato e poi si è barricato nella sua casa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scompare all'uscita di scuola, ore di ansia per un 13enne

  • Ritrovato dopo sei ore il 13enne scomparso

  • Arsenale della 'ndrangheta nei fondali, maxi ritrovamento dei carabinieri subacquei di Messina

  • Operazione Nebrodi, così l'elenco di tutti gli arrestati e delle ditte sequestrate

  • L'ospedale Papardo assume medici, ecco le figure ricercate

  • La moglie litiga per un parcheggio sotto casa e lui la difende accoltellando l'uomo, ai domiciliari un 81enne

Torna su
MessinaToday è in caricamento