Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Saponara

Saponara, quarantenne in manette per ricettazione e detenzione abusiva di armi

Il pregiudicato dovrà scontare 4 anni e tre mesi per reati commessi nel 2010 e nel 2016

Prima per ricettazione, poi la detenzione abusiva di una canna di fucile. Due reati commessi a sei anni di distanza sono costati la pena di 4 anni, 6 mesi e 25 giorni di reclusione ad un quarantenne di Saponara che è stato arrestato ieri sera dai carabinieri in esecuzione dell'ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso il Tribunale di Messina.

I militari dell’Arma hanno rintracciato il pregiudicato presso la sua abitazione. L'uomo è stato condannato per i reati di ricettazione, commessa nel 2010 quando fu sorpreso dai carabinieri in possesso del motore di un’auto risultato rubato, e di di detenzione abusiva di una canna di fucile priva di matricola, commesso nel 2016, quando nel corso di una perquisizione domiciliare, fu trovato dai militari dell’Arma in possesso di una canna di fucile priva di matricola.

Il 40enne è stato portato al carcere di Barcellona Pozzo di Gotto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saponara, quarantenne in manette per ricettazione e detenzione abusiva di armi

MessinaToday è in caricamento