Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Statale 114 / Torrente San Filippo

Fermato dai carabinieri senza documenti e patente finge di essere il fratello, arrestato

Nei guai un 30enne messinese che ha fornito false generalità ai militari durante un controllo. Indicazioni errate anche nell'autocertificazione per giustificare l'uscita da casa. Per lui sono scattati i domiciliari

Un 30enne ha pensato bene di spacciarsi per suo fratello, fornendo false generalità ai carabinieri che lo hanno fermato ieri per un normale controllo.

I militari hanno intimato l'alt alla vettura nei pressi dello svincolo di San Filippo. L'uomo era alla guida senza patente (risultata sospesa) e documenti e ha dichiarato di essere il proprietario dell’auto così come  attestava nell’autodichiarazione relativa ai motivi del suo spostamento.

Ma i carabinieri hanno effettuato ulteriori controlli e dalle banche dati hanno accertato che il 30enne non era chi aveva attestato di essere ma il fratello. 

L’uomo è stato, pertanto, arrestato in flagranza per il reato di false attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri, reato per il quale è prevista una pena fino a sei anni di reclusione. Inoltre a suo carico è stata elevata la sanzione amministrativa prevista dal codice della strada poiché guidava con patente sospesa per mancata revisione nonché la sanzione amministrativa prevista dall’art. 4 del DL nr.19 del 25 marzo 2020, poiché fuori dalla propria abitazione senza un giustificato motivo, contravvenendo all’obbligo di rimanere a casa in relazione all’attuale emergenza sanitaria.

L’uomo è stato condotto nel proprio domicilio in regime di arresti domiciliari, covalidati dal giudice questa mattina. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato dai carabinieri senza documenti e patente finge di essere il fratello, arrestato

MessinaToday è in caricamento