Cronaca

Condannato in via definitiva, finisce in carcere per detenzione di armi clandestine e droga

Trasferito dai carabinieri al carcere di Gazzi il 56enne Vincenzo Costantino, nel maggio 2018 in casa era stato trovato con pistole e fucili insieme a chili di stupefacenti

In esecuzione di un ordine di carcerazione per l’espiazione di pena detentiva emesso dall'Autorità Giudiziaria i carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato il 56enne Vincenzo Costantino. 
L'uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato condannato in via definitiva poiché riconosciuto colpevole del reato di detenzione abusiva di armi clandestine, munizioni comuni e da guerra, ricettazione, detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio, e dovrà espiare la pena di otto anni di reclusione.

L’uomo era stato arrestato il 16 maggio 2018 dai carabinieri della Compagnia Messina Sud, a seguito di un blitz in un casale nel quartiere di Santa Lucia sopra Contesse, era stato trovato in possesso di un arsenale di armi e munizioni, tra cui una pistola semiautomatica calibro 9mm parabellum marca “Sites” modello “Spectre HC”, due fucili a canne mozze ed un revolver calibro 357, nonché di un consistente quantitativo di droga oltre 3 Kg tra hashish e marjuana. Al termine delle formalità di rito Costantino è stato trasferito al carcere a Gazzi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato in via definitiva, finisce in carcere per detenzione di armi clandestine e droga

MessinaToday è in caricamento