Da 46 asili a 128, il vicesindaco Previti risponde alla Zafarana: il bilancio dei progetti

Assente all'incontro seppur invitata la deputata Cinquestelle che aveva criticato aspramente la giunta De Luca sulla perdita dei finanziamenti, il quadro di posti a disposizione e programmi

L'assessore al Sociale Alessandra Calafiore e il vicesindaco Carlotta Previti

Assente seppur invitata per un confronto sugli asili comunali e sui  la deputata regionale dei Cinquestelle Valentina Zafarana l'amministrazione comunale con la vicesindaca Carlotta Previti e l'assessore al Sociale Alessandra Calafiore hanno tratto un bilancio. Prima dell'insediamento della giunta De Luca i posti a disposizione erano 46. Questo il quadro fornito dalla giunta:

Situazione Luglio 2018 Asili esistenti

1) Asilo Suor Maria Giannetto con capacità ricettiva di 21 posti
2) Angolo del Cucciolo con capacità ricettiva 25 posti
Posti totali 46

Situazione Giugno 2020 (Asili attivati)

1) Asilo Suor Maria Giannetto con capacità ricettiva di 21 posti
2) Angolo del Cucciolo con capacità ricettiva 25 posti
3) Asilo San Licandro 48 posti imminente apertura
4) Asilo Nido Aziendale “Lupetto Vittorio 25 posti
5) Asilo nido Palazzo Zanca 9 posti imminente apertura.
Posti totali 128

I nuovi progetti

a) Denominazione: Asilo Nido Villaggio Matteotti
Ubicazione: Via Epifanio Abate
Capacità ricettiva massima prevista come da standard regionale: 12 divezzi
Finanziamento PO FESR Mis. 9.3.2 art. 5 Convenziona Agenda URBANA € 150.000,00

b) Denominazione: Asilo Nido Santa Margherita Briga
Ubicazione: Via Comunale
Capacità ricettiva massima prevista come da standard regionale: 12 divezzi
Finanziamento PO FESR Mis. 9.3.2 art. 5 Convenziona Agenda URBANA € 350.000,00
c) Denominazione: Asilo Nido Serri
Capacità ricettiva massima prevista come da standard regionale:25
Finanziamento Dotazione finanziaria aggiuntiva Masterplan (ex Delibera CIPE 15/2019) €800.000,00

d) Denominazione: Ex Scuola Capitan Traina
Ubicazione: Via Comunale Vill. Santo-Bordonaro
Capacità ricettiva massima prevista come da standard regionale: 25
Finanziamento Dotazione finanziaria aggiuntiva Masterplan (ex Delibera CIPE 15/2019) € 1.200.000,00

e) Denominazione: Ex Scuola Via Brasile
Ubicazione: Via Brasile
Capacità ricettiva massima prevista come da standard regionale: 25
Finanziamento Dotazione finanziaria aggiuntiva Masterplan (ex Delibera CIPE 15/2019)€ 1.000.000,00

f) Denominazione: Palazzo Saya Villaggio CEP Agenda Urbana MIS. 9.3.2
Importo € 607.769,00
Capacità ricettiva massima prevista come da standard regionale: 25

g) Denominazione Asilo Nido Granatari Agenda Urbana MIS. 9.3.2
Importo € 897.709,00
Capacità ricettiva massima prevista come da standard regionale: 25

TOTALE: 149 + 128 = 267 POSTI ASILI NIDO

Asili, la Zafarana attacca l'amministrazione sulla perdita dei fondi regionali

"In due anni siamo passati dal l’8% (46 posti) al 46% del Target da raggiungere" - ha proseguito la Previti. La nuova replica alle critiche delle ultime settimane: è stata questa: "Nell’ambito della programmazione dei Fondi FSC 2007-2013 (Delibera Cipe n. 79/12) in coerenza con la mis. 9.3.1 del PO FESR 14-20 Servizi di cura prima Infanzia furono presentati due progetti: Micro Nido Complesso Edilizio Ex Matteotti – I. C. Boer Verona Trento € 150.000,00 e Micro Nido dell’I.C. S. Margherita Vill. Briga Marina € 350.000,00 dichiarati ammissibili ma non finanziati per carenza di fondi. Per soli 2 punti. Punti che non sono stati attribuiti unicamente perché le operazioni non riguardavano beni confiscati alla mafia (note riportate a margine del D.D.G. n. 191) e non per la scarsità e l’inconsistenza dei progetti (trattasi infatti di progetti esecutivi). Questa Amministrazione attraverso l’art.5 della Convenzione attuativa della SUS di Agenda Urbana, attiva lo scorrimento della graduatoria della mis. 9.3.1 del PO FESR. A questa Amministrazione è stata assegnata una dotazione finanziaria aggiuntiva pari a 3 milioni di € (ex Delibera CIPE 15/2019). Tenuto conto che in data 18 marzo 2019 la Cabina di regia – istituita con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 25 febbraio 2016 per lo svolgimento delle funzioni di programmazione del FSC 2014-2020 – ha condiviso l’opportunità di integrare i Patti per lo sviluppo delle città metropolitane del Mezzogiorno con una linea di intervento all’interno dell’area tematica «Occupazione, inclusione sociale e lotta alla povertà, istruzione e formazione», per l’attuazione di un «Piano straordinario asili nido» finalizzato alla costruzione di nuovi asili per l’infanzia limitatamente ai comuni capoluogo delle città metropolitane del Mezzogiorno con meccanismo della premialità (Modalità di attuazione del meccanismo premiale collegato agli «Obiettivi di servizio» e riparto delle risorse residue.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


(Delibera n. 79/201). Relativamente a AGENDA URBANA: Strategia approvata da Accorinti sono riportate esclusivamente le batterie degli indicatori e le misure regionali indicate dalla Regione con gli importi stanziati per ogni autorità urbana sempre dalla Regione. La prima delibera di Accorinti che non contiene nessun intervento su asili nido. Successivamente con Delibera di Giunta n. 25 del 21.01.19 sono stati inseriti progetti per la realizzazione di 2 Asili nido a Palazzo Saya e Villaggio CEP Granatari per l’importo di 1,9 milioni di €. Infine nell’ambito dell’Avviso 9.3.2 ‘Aiuti per sostenere gli investimenti nelle strutture di servizi socio-educativi per la prima infanzia’ Avviso per la richiesta di concessione di “Aiuti per sostenere gli investimenti nelle strutture di servizi socio-educativi per la prima infanzia”  pubblicato sulla GURS n.72 del 9.02.2018. Nessun progetto è stato presentato dal Comune di Messina. Perché – hanno concluso i due rappresentanti della Giunta De Luca – il diritto di vigilanza dei 5 Stelle non è stato esercitato in questa occasione?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari con i manganelli per dare la “caccia” al coronavirus, paura e tensione fra i bimbi della scuola Pietro Donato

  • Tipoldo, uomo ferito da arma da fuoco trovato accanto ad un'auto in fiamme

  • Caronia, dai rilievi niente tracce di sangue: ma nuovi indizi potrebbero dare la svolta alle indagini

  • Muore nel sonno la giovane avvocata Francesca Bonanno, oggi i funerali

  • “Quando muore un avvocato, muoiono i diritti”, legali in piazza per ricordare la collega turca Ebru Timtik

  • Smart working, De Luca in tv al ministro Dadone: “Non ha idea di quello che sta succedendo nei comuni”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento