rotate-mobile
Cronaca

L'Asp paga 42mila euro di buoni pasto ai dipendenti, decisiva la sentenza del tribunale

A ricostruire la vicenda il sindacato Nursind

Si chiude la vertenza dei buoni pasto all’Asp di Messina. Il Nursind comunica che dopo la sentenza del tribunale e al termine di un lungo iter sono state finalmente assegnate le somme che spettavano al personale turnista che aveva lavorato più di 6 ore. La sentenza del giudice del Lavoro del tribunale di Messina aveva accolto il ricorso del sindacato Nursind contro l’Azienda sanitaria provinciale che avrebbe dovuto risarcire circa 42 mila euro di buoni arretrati a 19 dipendenti dell’ospedale di Taormina, assistiti dall’avvocato Francesca Ferro, per il periodo tra il 2010 e il 2015.

Nonostante il pronunciamento che risale al dicembre 2021 si era registrato un ritardo nel versamento delle somme. “Finalmente sono arrivati i pagamenti - scrive Ivan Alonge, segretario del Nursind di Messina - si chiude così una lunga vertenza che vede il nostro sindacato come unica sigla a essere riuscita a ottenere il giusto riconoscimento sin dal 2010. Una grande vittoria per il Nursind e per i lavoratori che vedono così riconosciuto il diritto alla fruizione del buono pasto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Asp paga 42mila euro di buoni pasto ai dipendenti, decisiva la sentenza del tribunale

MessinaToday è in caricamento