Via del Vespro, i medici del Ppi al rilevamento temperature: "non è compito nostro"

Il Poliambulatorio corre ai ripari e mette in sicurezza entrambi gli ingressi alla struttura ma la conseguenza è il malcontento del personale scelto per la misurazione al termoscanner e i sindacalisti che contestano la scelta

Risolto il paradosso dei due ingressi al Poliambulatorio, uno presidiato da un addetto al termoscanner e l'altro aperto a chiunque, un nuovo problema si presenta al plesso di via del Vespro. Con una nota pubblicata il 20 ottobre il direttore dello staff ha dirottato i medici del Punto di primo intervento di Messina Nord alla misurazione delle temperature agli ingressi della struttura. Il Ppi, momentaneamente chiuso per coronavirus, non stava effettuando comunque alcuna attività con il pubblico, lasciando così inoccupato lo stesso personale medico che ha subito protestato per la nuova collocazione. 

Il Sindacato nazionale autonomo dei medici italiani ha, infatti, presentato una diffida nei confronti del direttore del dipartimento chiedendo l'immediata sospensione dell'efficacia della nota "come atto dovuto alla salvguardia della dignità professionale", si legge. Nello specifico i sindacalisti sottolineano che il compito che sono stati chiamati a svolgere i medici"non rientra tra quelli previsti dalla normativa in essere né dal ruolo del medico di Continuità Assistenziale" e che "nessun accordo è stato sottoscritto con le OO.SS. rappresentative di categoria". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento