Turni comunicati la sera prima e orari spezzati, protesta sindacale per il lavoratori Atm

Stamattina l'assemblea al Comune di Messina. Fit-Cisl, Faisa Cisal, Ugil Trasporti e Orsa pronti al confronto per condizioni di lavoro più accettabili

Assemblea lavoratori Atm

La nascita di Atm  S.p.A. avrebbe dovuto inaugurare una stagione di intesa fra azienda e lavoratori e  un confronto sistematico con le organizzazioni sindacali, ma i sindacati Fit-Cisl, Faisa Cisal, Ugil Trasporti e Orsa  denunciano invece un’atmosfera di scontro . Di questo si è discusso stamattina all’assemblea unitaria dei lavoratori Atm.

"Il confronto fra azienda e sindacato- si legge nel documento ufficiale-- si sta esaurendo con le diatribe sulle sanzioni disciplinari distribuite a pioggia, e sul riconoscimento di diritti acquisiti che dovrebbero essere scontati: indennità domenicali, agio sulla vendita biglietti e similari. Dopo il confronto costruttivo del Salva Messina, a livello aziendale pensavamo di doverci confrontare sul sistema produttivo, sulle previsioni di bilancio, sul miglioramento e l’ammodernamento del servizio, invece il sindacato è arrivato a chiudere negativamente le procedure di raffreddamento perché pare che l’azienda abbia individuato nei lavoratori l’avversario diretto, prende iniziative autonome senza convocare le Organizzazioni Sindacali, anche nei casi in cui la trattativa con le parti sociali è contrattualmente obbligatoria”.

Alla  base della protesta sindacale ci sarebbe un’organizzazione del lavoro oppressiva con turni comunicati la sera prima e servizi con orario spezzato non necessari. Altro nodo da sciogliere sarebbe l’organizzazione della IV area, dove i dipendenti  hanno ottenuto il lavoro full-time: “L’incertezza del futuro della ZTL- si legge nella nota- l’organizzazione farraginosa dei turni rimodulati su 39 ore settimanali e la contemporanea istituzione di alcune isole pedonali, rendono il servizio improduttivo, gestito con lavoratori costretti giornalmente a improvvisarsi in mille mansioni, in totale assenza di organizzazione, programmazione e formazione”.

Per quanto riguarda l’assunzione  diretta di soggetti under 30 attraverso l’apprendistato professionalizzante  per i sindacati ha senso solo se seguito  da altrettante assunzioni di autisti già professionalizzati: “Da quando si parla di assunzioni in ATM si è innescata una guerra fra poveri fra chi ambisce all’agognato posto di lavoro. In un territorio come il nostro, massacrato dalla disoccupazione”.

Oggi durante l'assemblea i sindacati del Salva Messina sono scesi in campo per trovare soluzioni volte a rasserenare l’ambiente lavorativo e a renderlo efficiente per la tranquillità dei dipendenti e la funzionalità del servizio essenziale.

“La presenza del sindaco, dell’assessore al ramo e delle istituzioni competenti- continua il documento- assumono la valenza di garante di un programma di interventi correttivi che i sindacati maggiormente rappresentativi in azienda, oggi sottopongono alla condivisione della Direzione ATM, per superare la fase della protesta sindacale che arrecherebbe disagi alla cittadinanza nella delicata fase di emergenza sanitaria ma sarebbe inevitabile in presenza di ulteriori atteggiamenti che calpestano la dignità dei lavoratori e non rispondono alle esigenze dell’utenza. I dipendenti di Atm S.p.A. non sono il nemico da annichilire ma l’indispensabile patrimonio produttivo da coinvolgere nella scommessa del rilancio aziendale. Solo se riusciamo a condividere in premessa tale principio, si può immaginare un tavolo programmatico che individui correttivi e soluzioni”. 

Nel programma sindacale questi in punti fondamentali: l’organizzazione del lavoro e la variazione dei turni come obbligo aziendale; in relazione ai  servizi tranviari: “Se il servizio deve restare –scrivono-bisogna prevedere un capitolo di spesa per potenziarlo e renderlo efficiente, se deve essere
eliminato bisogna immediatamente organizzare un servizio bus alternativo e funzionale. Tutto si fonda sui progetti dell’Amministrazione Comunale e questa volta la risposta l’attendiamo dal sindaco”. Riguardo al servizio shuttle è utile ma insufficiente da solo a coprire l’intero territorio e sarebbe da rimodulare. Altra incertezza riguarda gli ausiliari del traffico impegnati in più mansioni con orari massacranti. In merito alle nuove assunzioni non bastano gli autisti under 30 a parere dei sindacati proprio in virtù dell’emergenza sanitaria bisognerebbe puntare anche su autisti con esperienza, utilizzabili in pronto impiego.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Documento assembea lavoratori Atm-2

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo ricovero per coronavirus al Policlinico, una cinquantenne in arrivo da Patti: due impiegati in isolamento

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Nonno positivo al Covid, tre alunni della "Catalfamo" in quarantena

  • Omicidio o suicidio a Capo d'Orlando? Muore 48enne messinese con un coltello in corpo: vana la corsa in ospedale

  • Roccalumera piange Angelica, sconfitta dal tumore a soli 18 anni

  • Coronavirus, 98 i nuovi positivi in Sicilia (9 a Messina e provincia): a Patti una classe in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento