rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Cronaca Santa Domenica Vittoria

Prima timbravano il cartellino poi facevano shopping o dormivano in auto, nei guai 6 dipendenti comunali

Obbligo di firma per sei impiegati di Santa Domenica Vittoria. Dovranno rispondere di truffa aggravata. Le indagini dei carabinieri hanno svelato ripetuti casi di assenteismo.

Shopping, pennichelle in auto o rientri nelle rispettive abitazioni. Erano queste le attività preferite durante le ore di lavoro da sei dipendenti comunali di Santa Domenica Vittoria, adesso nei guai dopo le indagini condotte dai carabinieri. Per loro è scattato l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria stabilito dal Gip. Sono ritenuti responsabili dei reati di truffa aggravata e false attestazioni e certificazioni.

Il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e per gli indagati vale il principio di non colpevolezza sino alla sentenza definitiva, ai sensi dell’art. 27 della Costituzione.

L’attività investigativa, avviata dei carabinieri della Stazione di Santa Domenica Vittoria e poi proseguita dalla Compagnia di Patti, ha consentito di documentare le condotte degli indagati, i quali, dall’ottobre 2021 al marzo 2022, deputati allo svolgimento di mansioni d’ufficio o inerenti alla manutenzione di impianti comunali e del verde pubblico, con sistematicità, dopo aver attestato con il badge l’entrata in servizio, si assentavano dal luogo di lavoro svolgendo attività di natura personale, percependo indebitamente la retribuzione stipendiale. In particolare, i dipendenti comunali sono stati notati fare compere presso esercizi commerciali, rientrare nelle loro abitazioni, ove permanevano per lunghi periodi di tempo, recarsi nei fondi agricoli di loro proprietà o rimanere in auto a dormire.

Pertanto, in relazione alla gravità della condotta dei singoli soggetti, all’esito della documentata attività investigativa dei carabinieri, l’Autorità Giudiziaria, ravvisando gravi indizi di colpevolezza, ha disposto nei confronti degli indagati l’adozione della misura cautelare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima timbravano il cartellino poi facevano shopping o dormivano in auto, nei guai 6 dipendenti comunali

MessinaToday è in caricamento