rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto

Visita nelle carceri dei giovani avvocati, tappa a Barcellona Pozzo di Gotto

L'Aiga entrerà contemporaneamente in 19 carceri italiane, da Nord a Sud. Il presidente Perchinunno: "Obiettivo è sensibilizzare opinione pubblica e legislatore sull’importanza per il nostro Paese di avviare un serio dibattito sulla riforma dell’ordinamento penitenziario"

L’Associazione Italiana Giovani Avvocati il prossimo 13 aprile, dalle 10.30 alle ore 13, visiterà le carceri di tutte le regioni ed entrerà contemporaneamente in 19 carceri italiane, da Nord a Sud.

Grazie all’autorizzazione ottenuta dal DAP e dal Ministero della Giustizia, la giovane avvocatura sarà protagonista della storica iniziativa nelle carceri di Pescara, Melfi, Reggio Calabria Arghillà, Santa Maria Capua Vetere, Bologna, Udine, Regina Coeli – Roma, Cassino, Casa Circondariale femminile Pontedecimo Genova, Milano Bollate, Ancona, Campobasso, Torino, Bolzano, Spoleto, Venezia, Barcellona Pozzo di Gotto, Palermo e Foggia.

“Abbiamo avuto l’opportunità di accedere contemporaneamente in tutte le regioni d’Italia all’interno degli istituti penitenziari” dichiara il presidente AIGA Francesco Paolo Perchinunno “l’O.N.A.C. è il primo osservatorio a vantare 130 sedi in tutto il territorio nazionale, questa è la nostra peculiarità ed il nostro punto di forza in quanto ci permetterà di garantire una reale e concreta mappatura di tutti gli istituti penitenziari. Il nostro obiettivo – continua Perchinunno - è quello di sensibilizzare opinione pubblica e legislatore sull’importanza per il nostro Paese di avviare un serio dibattito sulla riforma dell’ordinamento penitenziario, per dare effettività al principio costituzione di rieducazione della pena, per la dignità di detenuti e del personale di polizia penitenziaria e per la sicurezza del nostro Paese”.

“È solo l’inizio di un progetto ben più ampio - prosegue l’avvocato Giuseppe Irrera, membro di Giunta nazionale e componente del Direttivo Nazionale del neo costituito Osservatorio sulle carceri dell’Aiga - che vede coinvolti circa 130 referenti su tutto il territorio nazionale, nell’ambizioso programma di cambiamento che la giovane avvocatura, sin da sempre ispirata dal concetto di funzione sociale dell’Avvocato, si è posta come obiettivo ineludibile dell’Osservatorio stesso. A coadiuvare l’attività del nostro Osservatorio, accanto ai referenti territoriali e ai componenti del Direttivo Nazionale, è stato nominato un comitato tecnico – scientifico composto dai membri del Direttivo nazionale e da illustri esponenti del mondo accademico, della classe politica e della società civile. Il professori Giovanni Fiandaca, Alessandro Diddi, Donatella Curtotti,  Pasquale Bronzo,  Carlo Fiorio,  Antonella Marandola, il dottori Massimo Bradimarte e Davide Varì, il senatore Luciano D’Alfonso, gli onorevoli Carolina Varchi, Jacopo Morrone e l'architetto Domenico De Rossi hanno accettato con entusiasmo di dare il loro prezioso contributo e così di impreziosire il nostro progetto.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visita nelle carceri dei giovani avvocati, tappa a Barcellona Pozzo di Gotto

MessinaToday è in caricamento