rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Lipari

Lido abusivo a Lipari ma aveva già chiesto la concessione: assolto imprenditore

Era accusato di aver posto diciannove espositori in metallo su ruote e in legno fissi, e due strutture ombreggianti. Il giudice ha riconosciuto la "tenuità del fatto"

E’ stato assolto l’imprenditore di Lipari Carlo Chiofalo accusato di occupazione abusivo del suolo pubblico e demanio marittimo e violazione delle norme paesaggistiche.

Il giudice del Dibattimento, in sede monocratica, presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Mariacristina Polimeni, ha assolto per la tenuità del fatto sul primo capo di imputazione e con la formula perché il fatto non sussiste per il secondo.

L’imprenditore era indagato per aver occupato abusivamente e arbitrariamente, mediante collocazione di diciannove espositori in metallo su ruote e in legno fissi, e due strutture ombreggianti in tela e metallo con relativi plichi cementizi di supporto, zone del Demanio Marittimo, segnatamente, senza essere in possesso del relativo titolo concessorio.

Difeso dagli avvocati Francesco Rizzo e Nello Cassata, ha potuto dimostrare la “tenuità del fatto”: l'uomo aveva avviato l’iter amministrativo presso il competente Assessorato Territorio e Ambiente della Regione Siciliana per le concessioni  e ha dimostrato immediatamente la disponibilità a collaborare smontato subito dopo i controlli le attrezzature che erano state poste sul litorale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lido abusivo a Lipari ma aveva già chiesto la concessione: assolto imprenditore

MessinaToday è in caricamento