Cronaca

Il tribunale dà ragione a De Luca: non ha diffamato il procuratore Barbaro

I giudici di Reggio Calabria hanno dichiarato infondata la denuncia del procuratore generale

Il sindaco Cateno De Luca non ha diffamato nè calunniato il procuratore generale Vincenzo Barbaro. Così ha stabilito il tribunale di Reggio Calabria a cui lo stesso Barbaro si era rivolto denunciando il primo cittadino e i suoi avvocati Carlo Taormina e Tommaso Micalizzi. I giudici hanno dichiarato infondata la denuncia respingendo l’opposizione dello stesso procuratore contro la richiesta di archiviazione.

In un comunicato stampa l'avvocato Taormina sottolinea che "Barbaro secondo il tribunale di Reggio Calabria, che aveva sporto la denunzia insieme al magistrato Liliana Todaro, ha esercitato i suoi poteri, in modo da “avere ragionevolmente indotto il sindaco de Luca a ritenere di essere vittima di una persecuzione giudiziaria, con la attivazione di numerosi procedimenti conclusisi con archiviazioni e assoluzioni e con la sollecitazione di provvedimenti di cattura eliminati dal Tribunale della libertà e annullati dalla Corte di Cassazione".

Quanto ai professionisti che hanno difeso il sindaco De Luca, precisa l'avvocato Taormina, il provvedimento sottolinea come essi abbiano agito ragionevolmente nella consapevolezza della assoluta innocenza del sindaco de Luca e come negli atti giudiziari redatti, pur essendo state utilizzate espressioni aspre e gravemente pregiudizievoli per la reputazione dei destinatari, siano state sempre pertinenti ed inserite nella logica difensiva.

Sulla base di affermazioni "tanto trancianti e precise", fanno sapere i legali del sindaco, De Luca, il professore Carlo Taormina, e l’avvocato Tommaso Micalizzi presenteranno immediatamente denunzia per calunnia contro i due magistrati, Vincenzo Barbaro e Liliana Todaro, "che non potranno mai addurre incompetenza o ignoranza nella redazione delle denunzie, a cagione della alta professionalità con la quale essi esercitano le loro funzioni, le quali postulano grande preparazione giuridica e saggezza indiscutibile".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tribunale dà ragione a De Luca: non ha diffamato il procuratore Barbaro

MessinaToday è in caricamento