rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

I lavori per costruire una piazza a Salina, assolto dal reato di truffa un ingegnere messinese

Il professionista era stato accusato di aver concluso il contratto di subappalto, per poi spacciarsi per un dipendente della ditta entrante per ottenere una fornitura di materiale edile

Il giudice del tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Giovanni Mannuccia, ha assolo l’ingegnere S.L. dall'accusa di truffa. 
La vicenda si innesta in pubblico appalto, per la costruzione di una piazza nell’isola di Salina, e nel rifiuto, da parte della società appaltatrice, di pagare un subappaltatore. Il professionista - come ricostruiscono i legali Alfio Chirafisi e Giuseppe Cincotta  - era stato accusato di aver esso stesso concluso il contratto di subappalto, per poi spacciarsi per un dipendente della subappaltatrice, al fine di  ottenere una fornitura di materiale edile, per poi non pagare alcuna fattura alla stessa. 

La difesa ha sostenuto, innanzitutto, che "fosse illogico emettere prima le fatture, poi, al mancato pagamento, azionarsi con decreto ingiuntivo e, solo alla fine, ricordarsi di essere stati truffati. Anche perché l’emissione di fattura, sottintendeva la spontanea consegna del materiale". Inoltre, gli avvocati Chirafisi e Cincotta, hanno evidenziato il fatto che, gli stessi testimoni indicati dal querelante lo avessero invece smentito, dichiarando che l’ingegnere non aveva avuto alcun ruolo nella consegna del materiale.  Il giudice ha assolto ex art 530 cpp l’imputato ed i difensori hanno anticipato, addirittura, l’intenzione di denunciare il querelante per il reato di calunnia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lavori per costruire una piazza a Salina, assolto dal reato di truffa un ingegnere messinese

MessinaToday è in caricamento