rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

Aggredì i poliziotti durante un controllo, il giudice lo assolve: era incapace di intendere e di volere

La sentenza nei confronti di un 50enne arrestato nell'ottobre 2019. L'uomo era da diversi anni affetto da disturbi pschiatrici

Assolto l'uomo che nel 2019 aggredì i poliziotti durante un controllo. Così ha deciso, durante l'udienza celebrata lo scorso 21 febbraio, il giudice Maria Grazia Mandanici riconoscendo che il soggetto, 50 anni, non è imputabile per vizio totale di mente. A sostenere l'incapacità di intendere e di volere dell'imputato era stato il suo difensore Francesco Rizzo, rappresentato al dibattimento dall'avvocato Salvatore De Natale. L'uomo era stato già da diversi anni preso in cura dal Centro di Salute mentale per disturbi psichiatrici e destinatario di diversi Tso.

Il 50enne quasi quattro anni fa era stato scambiato per un ladro e segnalato alle forze dell'ordine da alcuni passanti mentre si aggirava in stato confusionale nei pressi di una spiaggia della città. All'arrivo dei poliziotti, l'aggressione scaturita poi nell'accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredì i poliziotti durante un controllo, il giudice lo assolve: era incapace di intendere e di volere

MessinaToday è in caricamento