Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via Giuseppe la Farina

Clima teso in Atm: dopo gli esposti arriva la guardia di finanza

Giovedì le fiamme gialle hanno visitato l'azienda trasporti. Il blitz dopo le denunce dei commissari liquidatori e dei sindacati alla Corte dei Conti. Portati via documenti relativi a consulenze e incarichi degli ultimi anni

Resta bollente il clima in Atm. Dopo l'esposto alla Corte dei Conti di revisori e sindacati, i conti dell'azienda trasporti sono finiti sotto la lente d'ingrandimento delle forze dell'ordine.

Giovedì la guardia di finanza ha raggiunto la sede di via La Farina e per diverse ore ha setacciato carte e documenti. I fascicoli sono stati poi prelevati e nei prossimi giorni saranno analizzati dalla Procura.

Cifre ballerine in Atm: De Luca annuncia l'operazione verità

Ad agire il nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza. Le fiamme gialle hanno posto particolare attenzione alle procedure di nomine affidamenti degli incarichi degli ultimi anni. 

Punto per punto l'esposto alla Corte dei Conti dei revisori Atm

A finire sotto accusa, dopo l'esposto dei Commissari liquidatori "la continua crescita dei debiti tributari, il mancato rinnovo del contratto di servizio scaduto, i bilanci Atm dal 2004 al 2016 pur essendo stati proposti per l'approvazione ai Consigli comunali non sono stati approvati senza addurre motivazioni specifiche anzi inserendo nella rimodulazione del Piano di riequilibrio ventennale del Comune un impegno per l'integrale copertura delle perdite pregresse dell'Atm al 31 dicembre 2013 pari a 51.450.010 euro, un ulteriore impegno pari a 29346.964 euro senza motivazione; il bilancio 2017 a oggi non trasmesso al Consiglio comunale".

A firmare l'esposto sono stati il presidente dei Revisori Atm Felice Maria Genovese e i componenti Consuelo Maisano ed Emanuele Bucceri. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clima teso in Atm: dopo gli esposti arriva la guardia di finanza

MessinaToday è in caricamento