Policlinico, sistema informatico sotto attacco degli hacker: si blocca la struttura

Denuncia alla polizia posta del direttore sanitario Antonino Levita che ha presentato l'esposto insieme all'ingegnere Intelisano

Un attacco diretto al server del Policlinico universitario di Messina che per una settimana ha tenuto col fiato sospeso e in enorme difficoltà tutti i reparti e i dipartimenti. Per sette giorni, infatti, non è stato possibile usufrure del sistema informatico, anche per il semplice passaggio fra i reparti o la consegna dei referti, in quanto manomesso dagli hacker.

I vertici dell’azienda ospedaliera sono stati costretti a fare la denuncia alla Polizia Postale. A presentare l’esposto il direttore sanitario Antonino Levita insieme all’ingegnere Rosanna Intelisano. Levita e Intelisano hanno presentato una relazione tecnica agli agenti su quanto accaduto. Aperta l'inchiesta sulla quale vige il massimo riserbo anche per la delicatezza dei dati.

“Abbiamo immediatamente messo in atto tutte le attività di ripristino e recupero di tutte le informazioni -  spiega Levita – si tratta di tanti sistemi concatenati fra di loro, quindi il lavori di ripristino è abbastanza articolato. Posso dire solo che complessivamente ha funzionato il nostro sistema di protezione ma abbiamo dovuto ripristinare il tutto e speriamo che entro domani possa essere tutto completato, per arrivare al cento per cento della risoluzione”.

Responsabile dell’Ict del Policlinico di Messina e l’ingegnere Maisano. Non pochi i disagi creati anche al Pronto soccorso.

Generalmente, i motivi che muovono le mani dei pirati informatici sono sempre gli stessi: ragioni economiche, possibilità di appropriasi di dati preziosi o danneggiare l’azienda. Una volta individuato il target, parte la fase di studio. I cybercriminali cominciano a raccogliere informazioni sull’azienda e soprattutto sul suo sistema di sicurezza. Si crea un falso website e parte la pianificazione dell’attacco.

Che l'intrusione sia dunque avvenuta nel sistema informatico del Policlinico non c'è dubbio.

Sembra che gli hacker si siano anche “manifestati” e quando questo accade in genere è perchè sono nella fase finale in cui sono riusciti ad avere accesso a tutti i server dell’impresa: mail, documenti sensibili, informazioni sui clienti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca a caccia di prostitute, tra i clienti anche un avvocato: multe fino a 40mila euro

  • Anziana picchiata, derubata e violentata: fermati due minori da “Arancia meccanica”

  • Fiamme alla Raffineria di Milazzo, torna la paura

  • Clan di Giostra senza regole, la moglie del boss al figlio: "L'hai fatta grossa, vattene via da Messina"

  • Alessandra Mirti Della Valle e Aurelio De Luca, matrimonio dell'anno al Monte di Pietà

  • Scontro tra un ciclista e un pedone, 17enne perde un rene

Torna su
MessinaToday è in caricamento