rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Cronaca

Il Comitato pendolari smentisce la Regione: "Altro che sconti, a gennaio i biglietti dei treni aumenteranno"

Il presidente Giosuè Malaponti denuncia "un vero e proprio pacco di Natale" e torna a chiedere che fine hanno fatto gli oltre tre milioni e mezzo destinati a sterilizzare l'incremento dei prezzi"

"Nessuna riduzione del costo dei biglietti per almeno quattro anni sul nuovo contratto di servizio per il trasporto ferroviario. Anzi, i pendolari che si appresteranno ad acquistare gli abbonamenti mensili e/o annuali o il singolo biglietto di trasporto dal primo gennaio non troveranno lo sconto del 5% sbandierato dalla Regione ma un ulteriore aumento del 5%"Lo denuncia il Comitato pendolari siciliani, che parla di "un vero e proprio pacco di Natale" e torna a chiedere che fine hanno fatto gli oltre tre milioni e mezzo destinati a sterilizzare l'aumento dei prezzi dei biglietti ferroviari.

costo abbonamenti-2

"Nel pacco regalo di Natale - afferma Giosuè Malaponti, presidente del Comitato pendolari siciliani -.abbiamo trovato un nuovo contratto di servizio da gennaio 2024 a dicembre 2033, del quale sconosciamo i contenuti, ma non lo sconto del 5% sui biglietti annunciato dal governo regionale in una nota diffusa alla stampa. La sorpresa è costituita, invece, da un ulteriore aumento del 5% su singoli biglietti e abbonamenti. Al danno si unisce, dunque, la beffa di un aumento complessivo di circa il 10% non dovuto già dal gennaio 2023".

"E' da quasi un anno - insiste Malaponti - che attendiamo risposta dalla Regione per comprendere che bene hanno fatto i 3,6 milioni di euro stanziati con l'articolo 6, comma 5, della legge regionale 2 del 2023. Attendiamo ancora senza aver visto un centesimo di rimborso se non quest’ultimo regalo di Natale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comitato pendolari smentisce la Regione: "Altro che sconti, a gennaio i biglietti dei treni aumenteranno"

MessinaToday è in caricamento