Coronavirus, dopo i contagi Sant'Agata corre ai ripari: obbligo di mascherine e stop a mercati ed eventi

Quattordici i casi registrati nella cittadina tirrenica. Il sindaco Bruno Mancuso adotta nuove misure di contenimento: "Rischio effetti nefasti per l’intera cittadinanza"

Bruno Mancuso

Sale a quota 14 il numero dei contagiati di Coronavirus a Sant’Agata di Militello, a comunicarlo ieri in un post su Fb il sindaco Bruno Mancuso:“ Le altre persone risultate positive sono tutti familiari o congiunti di uno dei giovani santagatesi già precedente contagiati. Tutti i positivi sono asintomatici e sono in buone condizioni di salute”.

Stamattina la firma dell'ordinanza sindacale con nuove misure di contenimento: "Stiamo attraversando una fase particolarmente delicata nella quale non possiamo permetterci in nessun modo di sottovalutare il problema – commenta il sindaco Bruno Mancuso - C’è una comprensibile preoccupazione da parte di tutta la comunità e, pur ribadendo l’invito a mantenere calma e tranquillità, l’amministrazione ha il dovere di tutelare i cittadini intensificando le misure che tutti siamo obbligati a osservare con scrupolo per scongiurare una paventata diffusione dei contagi che potrebbe avere effetti nefasti per l’intera cittadinanza”.

Il provvedimento prevede l’obbligo di  usare dispositivi di protezione individuale “anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea o occasionale”. Nessun obbligo di indossare la mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca per i bambini al di sotto dei sei anni e per le persone con disabilità o patologie che ne rendano incompatibile l’uso.  Chi svolge attività motoria non dovrà usare protezione individuale  a condizione di mantenere un distanziamento non inferiore a due metri. 

L’ordinanza sospende le attività legate al ballo, all’aperto ed al chiuso,  che si svolgano in discoteche, sale da ballo e locali  destinati all’intrattenimento o che si svolgono in lidi, stabilimenti balneari, spiagge attrezzate, spiagge libere, spazi comuni delle strutture ricettive o in altri luoghi aperti al pubblico. Sospesi il mercato settimanale del martedì e il mercato del contadino del venerdì così come tutte le manifestazioni pubbliche, anche sportive, compresi convegni, incontri e seminari. Sono sospese tutte le attività di intrattenimento e spettacoli musicali dal vivo realizzati nei locali di somministrazioni di alimenti e bevande e relative pertinenze e le attività presso i circoli ricreativi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Obbligo di accessi scaglionati  nelle attività commerciali in funzione degli spazi disponibil con differenzianzione dove possibile di percorsi di entrata e di uscita, nonché il mantenimento della distanza interpersonale minima di un metro ed il divieto di sostare all'interno dei locali oltre al tempo strettamente necessario all'acquisto dei beni, e gli accessi regolamentati e scaglionati presso gli uffici pubblici. Si dispone inoltre di  intensificare i controlli sul rispetto dei vigenti protocolli sanitari e delle misure stabilite dalle ordinanze nazionali che prevedono sanzioni  per  violazioni degli obblighi di quarantena.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento