menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milazzo saluta Aurelio Visalli: "La sua morte splendido dono d'amore"

I funerali del 41enne sottoufficiale della guardia costiera. Silenzio e commozione in una piazza Duomo blindata e commossa. La toccante omelia di don Santo Marcianò

Un lungo applauso e i palloncini bianchi liberati in cielo. Così Milazzo e l'Italia intera ha dato l'ultimo saluto ad Aurelio Visalli, il sottoufficiale della guardia costiera morto il 26 settembre durante le operazioni di salvataggio di due ragazzini nel mare di Ponente. 

Piazza Duomo blindata e gremita da un centinaio di persone. Amici e conoscenti di Aurelio o semplici cittadini che gli hanno voluto dare l'ultimo saluto. Dentro solo familiari e autorità. In prima fila la moglie Tindara e i figlioletti Riccardo e Chiara così come i genitori di Aurelio. Accanto a loro anche il ministro della Difesa Lorenzo Guerini e quello dei Trasporti Paola De Micheli. 

VIDEO | Palloncini bianchi e applausi, l'arrivo del feretro al Duomo di Milazzo

Toccante l'omelia dell'ordinario militare Santo Marcianò che ha celebrato la messa insieme all'arcivescovo monsignor Giovanni Accolla. "La sua morte un dono d'amore, siamo davanti alla morte di un giusto, Aurelio ci ha dato una grande lezione di giustizia, quella che non si fa con i processi, ma si trova nel profondo di ogni uomo. Aurelio ha obbedito a questa legge imposta nel suo cuore. C'è chi ha il coraggio di morire per qualcuno, mostra il meglio di sé stesso e riesce a fare un dono. Ci dobbiamo fermare silenziosi, grati dinanzi a questo gesto che ci spiazza". 

Poi il messaggio ai figli Riccardo e Chiara. "Imitate vostro padre, la sua fede. Adesso è una presenza diversa, ma reale. Non vi abbandonerà mai". 

Ha preso poi la parola il capo di Stato Maggiore della Capitaneria di porto "Giovanni Pettorino: "Da Bagnara Calabra vedevamo onde incredibili, il pensiero va ai nostri uomini che ogni giorno assicurano la salvaguardia della vita in mare. Un dovere che insiste nell'animo di ogni marinaio, una grande solidarietà. Aurelio faceva parte di un'unità che faceva questo servizio, ha fatto il suo dovere sempre. Noi ricordiamo i colleghi che hanno perso la vita lì ricordiamo come angeli del mare. E tra loro ci sarà anche Aurelio. Chi dona la propria vita per gli altri non muore mai, rimarrai con noi per sempre".

Il corteo ha poi raggiunto Venetico dove Aurelio viveva e sarà seppellito. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano, come scegliere quello giusto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento