Sub cadavere a Maregrosso, non sarà effettuata l'autopsia

Gli inquirenti non hanno ritrovato tracce esterne che lascino pensare a qualcosa di differente da un malore durante la battuta di pesca

Antonino Mantineo

Non sarà eseguita l'autopsia sul corpo di Antonino Mantineo, il 53enne sub vittima  - secondo le indagini - di un malore durante l'immersione avvenuta nelle acque di Maregrosso giovedì pomeriggio. Non sono state trovate tracce che possano imputare a terzi la responsabilità della morte. Tutto sembra ricondurre a un malore. Mantineo è stato ritrovato ieri mattina dai sommozzatori della Guardia Costiera dopo le segnalazioni dalla serata di giovedì dei parenti che non lo hanno visto rientrare a casa. Il corpo si trova all'obitorio dell'ospedale Papardo. Appassionato ed esperto di pesca subacquea il 53enne era conosciuto in città per la sua attività di produzione e collocazione di infissi. I funerali dell'uomo che lascia la moglie e due figli dovrebbero tenersi lunedì mattina in Cattedrale. 

Ritrovato cadavere il sub scomparso nelle acque di Maregrosso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

Torna su
MessinaToday è in caricamento