Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Tusa

Castel di Tusa, è di un uomo “tatuato” il cavadere ritrovato sul litorale

I risultati dell'esame autoptico da cui non si evidenziano traumi. La vittima aveva dei tatuaggi, in particolare un “tribale” sull'avambraccio sinistro

Il posto del ritrovamento

E' di sesso maschile e presenta alcuni tatuaggi il corpo in avanzato stato di decomposizione trovato sulla spiaggia di Castel di Tusa il 7 gennaio scorso. Si evince dall'esame autoptico effettuato ieri all'ospedale Barone Romeo di Patti.

Resta un giallo l'identità dell'uomo che non è stato possibile identificare anche per l’assenza dei tratti somatici del volto, di documenti e delle impronte papillari. Dall’autopsia, è emerso che il cadavere è di sesso maschile ed il corpo presenta alcuni tatuaggi. In particolare un “tribale” sull’avambraccio sinistro, la sagoma di un pipistrello con alcune lettere illeggibili tra le scapole ed una lettera “M” sul braccio destro. L’esame autoptico non ha evidenziato lesività traumatiche. Per giungere all’identificazione del cadavere, i carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Patti, stanno svolgendo ulteriori indagini, anche mediante l’estrazione del profilo genotipico della salma da comparare con quelli presenti nella banca dati delle persone scomparse.

Al momento dei ritrovamento da parte di un giardiniere che faceva lavori nella villetta sovrastante il tratto di spiaggia,  il cadavere indossava una muta da sub e delle scarpe da ginnastica e si presentava in avanzato stato di decomposizione con le parti non coperte dalla muta (testa e mani) completamente scarnificate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castel di Tusa, è di un uomo “tatuato” il cavadere ritrovato sul litorale

MessinaToday è in caricamento