rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

L'agonia degli avvocati messinesi: "Pagati in ritardo e in grave difficoltà economica, svilito il diritto alla difesa"

La dura riflessione del legale Filippo Mangiapane, presidente della Camera Penale "Erasmo da Rotterdam". I problemi della categoria al centro dell'apertura dell'anno giudiziario 2024

La macchina della giustizia arranca e con essa anche la classe degli avvocati. Problemi cronici di intere categorie professionali evidenziati l'ultima volta due giorni fa durante la cerimonia d'apertura dell'anno giudiziario. Tra gli interventi, anche quello del presidente dell'Ordine degli avvocati Paolo Vermiglio sui disagi dei legali che si sommano alle già note carenze d'organico e logistiche nella magistratura messinese.

Ma a evidenziare ancor di più le difficoltà della categoria è stato Filippo Mangiapane, presidente della Camera Penale "Erasmo da Rotterdam". Nella relazione letta davanti al presidente della Corte d'Appello Luigi Lombardo e al procuratore generale Carlo Caponcello. Mangiapane accende i riflettori sui problemi economici che scontano gli avvocati. "Oltre l’85% dell’avvocatura penale nel nostro distretto, vive col Patrocinio a spese dello Stato. Con la difesa di Ufficio, in sede di Appello e alla Sorveglianza si arriva anche al 90%. L’economia, in certi settori, è ferma, parecchie attività hanno chiuso, i clienti diminuiscono sempre di più e molti di loro non hanno come pagare noi avvocati. Oggi, continua l’ondata delle cancellazioni e sospensioni, per tutti specie per i giovani; la classe intermedia soffre e quelli che rimangono, presentano istanza reddito di cittadinanza. La funzione sociale degli avvocati ci appartiene, Però, non basta, l’Avvocato deve aspettare per essere pagato; passa troppo tempo per le liquidazioni; poi, una volta che vi è stata la liquidazione ci sono i Rinvii ad altro anno per mancanza di fondi. Così non va, assolutamente.  Il Ministero della Giustizia ha avvertito: 55 milioni spesi nel 2023 per il patrocinio e difese di ufficio sono troppi".

Mangiapane parla di una vera minaccia al diritto di essere difesi. "Gli avvocati sono soli, è stata una strage in tempo di covid-19 ed anche adesso continua. Gli Avvocati sono rimasti soli, in molti, economicamente, sicuri al prossimo al fallimento. "Si assiste ad un continuo calpestare il diritto alla difesa che l’Avvocato deve garantire ed assicurare, la legge Cartabia non serve a nulla nel penale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'agonia degli avvocati messinesi: "Pagati in ritardo e in grave difficoltà economica, svilito il diritto alla difesa"

MessinaToday è in caricamento