rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca Camaro

Sede del terzo quartiere senza un bagno per i diversamente abili, silenzio da Palazzo Zanca

Il consigliere Alessandro Geraci sollecita il Comune a quasi due anni dalla prima richiesta. "È il momento di dire basta alla barriere architettoniche e alle discriminazioni: l'esempio parta dalle istituzioni”

A quasi due anni dalla prima segnalazione nessuno ha rimediato alla mancanza di un bagno per i diversamente abili nella sede della terza circoscrizione. La prima nota al Comune, come ricorda il consigliere Alessandro Geraci, è datata settembre 2020. Dopo un altro anno di solleciti, Palazzo Zanca, dopo un sopralluogo del direttore generale Federico Basile, aveva promesso di risolvere il problema.

"Sono trascorsi tre mesi dalle rassicurazioni del direttore generale - spiega Geraci - il quale aveva dichiarato che entro 15 giorni dalla nota del 4 novembre scorso, trasmessa al sottoscritto e al presidente Cucè, avrebbe supervisionato e relazionato sull’avvio dell’Iter.  Da allora è ancora tutto fermo: nessuna notizia di sopralluoghi tecnici, né di avvio della procedura di inizio lavori per adeguamento degli uffici. Mi trovo costretto ad intervenire nuovamente, sollecitando ancora una volta il Comune ad adempiere a quanto previsto per legge. È il momento di dire basta alla barriere architettoniche e alle discriminazioni: l'esempio parta dalle istituzioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sede del terzo quartiere senza un bagno per i diversamente abili, silenzio da Palazzo Zanca

MessinaToday è in caricamento