Lunedì, 25 Ottobre 2021

VIDEO | “Bambini obbligati a vivere tra topi e rifiuti”, scene da terzo mondo al rione Taormina

Degrado assoluto ed emergenza sanitaria denunciata dal Garante per l'Infanzia e dal presidente dell'Arcigay. La segnalazione immediata al prefetto per chiedere il trasferimento in un luogo sicuro

Scene da terzo mondo. Degrado assoluto, con bambini e le loro famiglie che vivono tra rifiuti e topi che entrano nelle case. E’ quanto documentato a Rione Taormina dal presidente di Arcigay, Rosario Duca, che nei giorni scorsi ha chiesto un tavolo tecnico e una pulizia straordinaria delle aree.

I primi interventi sono stati effettuati, ma la situazione è talmente grave che non bastano operazioni “tampone”.

Lo scrive al prefetto di Messina, il Garante per l’infanzia Angelo Costantino, a cui Duca ha girato per conoscenza le immagini e i video che documentano l’emergenza sanitaria autorizzandolo alla diffusione.

Costantino ha scritto al prefetto, che è anche commissario straordinario per il risanamento: “Quei bambini, quelle persone, tra cui alcune in precarie condizioni di salute, vivono dentro una colonia di topi di dimensioni impressionanti. Appare evidente, per come documentato dalle immagini e dai numerosi sopralluoghi effettuati che quell’area, forse più di altre zone anch’esse degradate, si trovano in uno stato di emergenza sanitaria straordinaria. Tali condizioni sanitarie, mi permetto di affermare, mettono in serio pericolo di vita i bambini e gli occupanti tutti e ci obbliga ad intervenire con urgenza”.

Costantino che ha espresso parole di stima per l’attività svolta dal prefetto Cosima Di Stani, sollecita un intervento immediato a tutela dei bambini e delle loro famiglie chiedendone il trasferimento in un luogo sicuro.

“Le chiedo, altresì – scrive Costantino - di ricevere il presidente dell’Arcigay Rosario Duca, che ha segnalato ai miei Uffici quanto riferito e che segue alcune famiglie di quelle aree perché  iscritte all’ Associazione, che in qualità di presidente rappresenta”.

“Devo dare atto all'all'assessore Alessandra Calafiore e al prefetto di essere, attraverso Messinaservizi, immediatamente intervenuti dopo la nostra prima segnalazione”, spiega Rosario Duca, “provvedendo a togliere gran parte dei rifiuti vicino le case. Ma purtroppo non ha risolto il problema perchè ormai le colonie di ratti di grosse dimensioni hanno invaso le abitazioni. Gli abitanti ne hanno catturato uno di quasi quattro chili”.

Gli assistenti sociali del Comune hanno già stilato una relazione che conferma la gravità della situazione. Uno dei video è stato girato ieri sera e stamani Messinaservizi ha provveduto alla pulizia. Resta il dramma dei ratti, dell'amianto e delle fognature, problemi ormai strutturali che necessitano di interventi radicali. “In pratica non si può più rinviare lo sbaraccamento”, conclude Rosario Duca.

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | “Bambini obbligati a vivere tra topi e rifiuti”, scene da terzo mondo al rione Taormina

MessinaToday è in caricamento