rotate-mobile
Cronaca

Ingegneria e architettura, approvati i nuovi bandi: "semplificazione" la parola d'ordine

L'assessorato regionale delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato il via libera secondo il recente codice dei contratti

L'assessorato regionale delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dato il via libera ai nuovi bandi per i servizi di architettura e ingegneria, in conformità al recente codice dei contratti e alla legislazione innovativa di recepimento del codice stesso in Sicilia. Gli architetti esprimono soddisfazione per l'operato dell'assessorato.

La semplificazione, l'apertura del mercato dei lavori pubblici e il potenziamento della qualità del progetto sono i principi guida di questi nuovi bandi tipo. Redatti dal Dipartimento Regionale Tecnico e approvati dall'assessore Aricò, in ottemperanza all'articolo 7 della Legge Regionale 12/2011, recentemente modificata dalla Legge Regionale n°12/2023.

"Siamo estremamente soddisfatti del lavoro svolto dall’Assessorato Regionale delle Infrastrutture per la pubblicazione dei nuovi bandi. Questi consentiranno alle pubbliche amministrazioni siciliane di attivare con facilità le procedure per affidare incarichi di progettazione e direzione lavori delle opere pubbliche, in linea con il nuovo Codice dei Contratti recepito in Sicilia. Vogliamo sottolineare il rapporto costruttivo instaurato con le categorie professionali del settore delle costruzioni grazie alla collaborazione con l’Assessore Alessandro Aricò e il Direttore Generale Duilio Alongi", dichiara l'architetto Pino Falzea, presidente della Consulta Regionale degli Architetti Siciliani.

"I bandi tipo varati dall’Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità offrono alle stazioni appaltanti strumenti idonei per accelerare l’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria. Questo è cruciale per l'accesso ai fondi del PNRR e ai flussi finanziari della programmazione comunitaria 2021-2027. La Legge Regionale n° 12, approvata lo scorso ottobre, semplifica le procedure per la verifica dei progetti e apre il mercato dei lavori pubblici alle strutture professionali medio-piccole, ai giovani e ai professionisti di talento", afferma Rino La Mendola, Coordinatore del Dipartimento Lavori Pubblici della Consulta e Presidente dell’Ordine di Agrigento.

La Sicilia si presenta come modello da seguire in Italia per i concorsi di progettazione, l'affidamento dei servizi di architettura e ingegneria e le procedure di approvazione dei progetti. I bandi tipo, costantemente aggiornati dal Dipartimento Regionale Tecnico in base all'evoluzione normativa e alle determinazioni dell'ANAC, approvati dall’assessore Aricò, sono disponibili in formato editabile al seguente link

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingegneria e architettura, approvati i nuovi bandi: "semplificazione" la parola d'ordine

MessinaToday è in caricamento