Immobili confiscati alla criminalità, bando per la concessione d’uso a titolo gratuito

Pubblicato all’Albo Pretorio online e sul sito istituzionale del Comune l'avviso pubblico di selezione per l'assegnazione. Ecco come fare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

È in pubblicazione all’Albo Pretorio online e sul sito istituzionale del Comune l’Avviso pubblico di selezione per l’assegnazione in concessione d’uso a titolo gratuito, ai sensi dell’art. 48 del decreto lgs. n. 159/2011, di immobili confiscati alla criminalità organizzata. Il bando è finalizzato ad individuare i soggetti cui concedere/rinnovare in uso gratuito i suddetti immobili facenti parte del patrimonio indisponibile del Comune di Messina. Potranno presentare la propria disponibilità alla gestione, anche in forma associata tra di loro e con altri soggetti giuridici, comunità, enti, associazioni, organizzazioni di volontariato, cooperative sociali, comunità terapeutiche, centri di recupero e cura per tossicodipendenti, compresi anche i soggetti già assegnatari di beni confiscati che non sono stati dichiarati decaduti. I soggetti rientranti nelle citate categorie, possono avanzare apposita istanza di ammissione per l’assegnazione degli immobili confiscati alla criminalità organizzata, esclusivamente tramite Pec a loro intestata, all’indirizzo: patrimoniomessinaspa@pec.it, entro e non oltre le ore 24 del 15 maggio 2021.

Le domande di partecipazione saranno valutate da una Commissione (appositamente costituita come previsto dall’art. 5 del “Regolamento per l’uso e l’affidamento in concessione a favore di soggetti privati di beni confiscati alla mafia”, giusta Delibera di Consiglio comunale n.72/C del 19.10.2010) che si riunirà in seduta pubblica (in data che verrà previamente comunicata sui siti istituzionali del Comune di Messina e della società Patrimonio Messina S.p.A. alla voce Avvisi – Bandi e Gare). I punti complessivamente assegnabili sono 100/100 (cento/cento). Saranno esclusi i progetti che riporteranno un punteggio inferiore a 40 (quaranta). Nel caso in cui due o più soggetti dovessero raggiungere eguale punteggio, si procederà a sorteggio pubblico. La Commissione, sulla base del punteggio attribuito, predisporrà una graduatoria per ciascuna unità immobiliare in base alle domande pervenute.

Per partecipare alla procedura il concorrente dovrà, a pena di esclusione, certificare la conoscenza di ogni bene per il quale presenta offerta, previa esecuzione di un sopralluogo, da effettuarsi secondo i tempi e le modalità (correlate anche allo stato di conservazione del bene) e da concordare con la Società Patrimonio Messina S.p.A. A tal fine, l’interessato, entro e non oltre le ore 12 del 7 maggio 2021, dovrà trasmettere all’indirizzo di posta elettronica: patrimoniomessinaspa@pec.it richiesta di sopralluogo, riportando nell’oggetto la dicitura “Selezione per l’assegnazione in concessione d’uso a titolo gratuito di immobili confiscati alla criminalita’ organizzata – richiesta di sopralluogo per il bene n.____” e specificando i propri dati anagrafici e telefonici. A seguito della visita sarà rilasciato un attestato di sopralluogo che dovrà essere presentato dal concorrente per la partecipazione alla gara unitamente agli altri documenti richiesti. Qualora il sopralluogo sia effettuato da soggetto diverso dal legale rappresentante del concorrente è necessaria apposita delega con allegati i documenti di identità del soggetto delegante e delegato. I soggetti che risulteranno affidatari della gestione saranno tenuti a sottoscrivere apposita convenzione con relative spese a loro carico. Lo stesso soggetto può essere concessionario di più beni, se aggiudicatario delle rispettive gare.

L’Avviso completo con gli allegati ed il regolamento sono consultabili sul sito istituzionale del Comune nella sezione Informazioni e sul sito della Patrimonio Messina SPA all’indirizzo www.patrimoniomessina.it.

Torna su
MessinaToday è in caricamento