Cronaca

Acqua ad altri Comuni mentre Messina sconta l'emergenza, Basile: "Solo speculazioni"

Il sindaco replica agli attacchi per la gestione del servizio idrico. Ieri il consigliere Dario Carbone aveva chiesto spiegazione sulla fornitura a Taormina e Roccalumera

Risponde per le rime il sindaco Federico Basile agli attacchi delle scorse ore sulla gestione della rete idrica. Con un post Facebook, il primo cittadino replica alle accuse sul rifornimento che Amam garantisce ad altri comuni della provincia, nonostante i disagi subiti da tanti messinesi. Il riferimento è all'accesso agli atti che ieri il consigliere Dario Carbone ha chiesto sulla tematica. Solo speculazioni per il sindaco che ha affidato lo sfogo ad un post Facebook.

"Si sta registrando - ha detto Basile -  una escalation di attacchi social che tenterebbe di associare una normale e programmata azione di riparazione della rete idrica alla storica fornitura che Amam SpA effettua in altri comuni. Cosa è successo in realtà (e sfido ad un confronto pubblico chi dice il contrario)? Lunedì 20 agosto Amam è successivamente mercoledi 22 agosto Amam diffonde due comunicati stampa per mettere a conoscenza che risultano necessari effettuare dei lavori sulla rete idrica e che ci sarebbero stati dei disservizi nei giorni indicati in quanto i lavori necessitavano l'interruzione della fornitura su tubazioni principali. Questo accade per l'acqua, come per l'energia elettrica o per il gas; qualora si debba intervenire sulla rete di distribuzione si devono comunicare i disservizi ed i tempi di rientro alla normalità che, per il caso in questione, sono previsti per oggi 25 agosto 2023. Chi specula vorrebbe mettere in relazione una fornitura idrica da Fiumefreddo a dei comuni (Taormina, ma anche Giardini) per i quali veniva "regalata" acqua da decenni e che da qualche anno viene fatturata e pagata ad Amam. Nessun decremento idrico avviene dall'acquedotto Fiumefreddo in relazione alla fornitura a Giardini e Taormina in quanto -"comanda" sempre la dimensione dello stesso acquedotto che non può portare più di 830/850 litri al secondo. Fornire 15 litri a Giardini o 5 a Taormina non incide sulla portata complessiva se si riesce a "pompare" in più da Fiumefreddo; ma questo chi non è tecnico non può capirlo e dovrebbe solo chiederlo senza insinuare il dubbio sulla cittadinanza in maniera speculativa. Da domani la fornitura tornerà regolare (in realtà va molto meglio già oggi) e avremo tempo e modo di rispondere con atti e documenti alle interrogazioni, ancorché legittime".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua ad altri Comuni mentre Messina sconta l'emergenza, Basile: "Solo speculazioni"
MessinaToday è in caricamento