menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Benefit, lo store della solidarietà resta senza sede: “A nulla sono serviti tutti i nostri appelli”

La casa messa a disposizione da un generoso privato è stata vendita e la Onlus deve lasciarla prima possibile. Cristina Puglisi Rossitto: “Ringraziamo tutti i donatori che ci hanno consentito di realizzare veri e propri miracoli, tutti i volontari che sono stati il cuore caldo e pulsante della nostra realtà”

Hanno portato Babbo Natale nelle case di tutti i bambini bisognosi, ma per loro nulla arriva dal cielo. Gli Invisibili Onlus, il gruppo di azione solidale fondato e coordinato dalla commercialista Cristina Puglisi che ha creato anche “Benefit” -  lo store rivoluzionario dove chiunque puo? entrare, provare un vestito tra i tanti esposti, una camicia, un paio di jeans, anche un vestito o un corredo per bimbi e uscire senza pagare -  sono di nuovo in difficoltà. 

Dovranno lasciare la sede in cui si sono trasferiti a settembre dopo mille sacrifici. Lo comunica con un amara nota la stessa Cristina Puglisi Rossitto: “Benefit si trova in un immobile generosamente concesso in uso da un privato fino alla vendita dello stesso - scrive Puglisi -  Abbiamo, purtroppo, avuto notizia che il giorno del rilascio è arrivato e, anche se speravamo di avere più tempo, onoreremo l’impegno preso rilasciando l’immobile nei tempi necessari ad organizzare il trasloco. Per tale motivo siamo costretti a sospendere la nostra attività di volontariato, impossibilitati a proseguire con il progetto Benefit poiché nuovamente sprovvisti di sede”.

L’Associazione Invisibili Onlus, da anni è presente sul territorio e si adopera per portare aiuto e sostegno a famiglie bisognose. Grazie a “Benefit”, il negozio di abbigliamento gratuito e “donHaus”, la bottega alimentare, sono riusciti negli anni a sostenere migliaia di persone che, negli Invisibili, hanno trovato un punto di riferimento, materiale e morale. Una sinergia straordinaria fra i donatori che ci hanno sostenuto ed il lavoro instancabile dei volontari che si sono donati al prossimo. Una rete di solidarietà che non ha avuto tregua soprattutto in questi mesi di emergenza legata al Coronavirus.

“Siamo consapevoli delle difficoltà nel trovare un immobile che possa consentirci di poter proseguire - scrive la responsabile degli Invisibili - resta il fatto che a nulla sono serviti gli appelli all’amministrazione, alle associazioni di categoria, a chiunque potesse in qualche modo aiutarci a non far morire una realtà considerata un punto di riferimento da centinaia di famiglie in situazioni di bisogno. Ringraziamo personalmente tutti i donatori che ci hanno consentito di realizzare veri e propri miracoli, tutti i volontari che sono stati il cuore caldo e pulsante della nostra realtà e ringrazio ogni famiglia per l’affetto, la stima e la fiducia che negli Invisibili Onlus hanno riposto in tutti questi anni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento