rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

Bicincittà, Cannavò: "C'è voglia di mobilità sostenibile, revoca dell'isola pedonale scelta in controtendenza"

Grande partecipazione all'appuntamento stamani in piazza Duomo per una giornata di sport e divertimento, condiviso con altre 40 città italiane. Parla il presidente dell'Uisp

Torna a Messina la manifestazione “Bicincittà”. L'appuntamento stamattina alle 9.30 in piazza Duomo per una giornata di sport e divertimento, è condiviso con altre 40 città italiane.

“Bicincittà Messina 2023″, patrocinata dal Comune di Messina ed organizzata da Uisp Messina, vuole essere - come sostenuto dall'assessore Massimiliano Minutoli - momento di riflessione sul futuro della viabilità in città offrendo ai cittadini l’opportunità di vivere una giornata diversa all’insegna dello sport per tutti, del vivere sano, della mobilità sostenibile e alternativa, della cultura urbana e dell’educazione ambientale.

Un tema che proprio in questi giorni resta ancora più pressante, dopo la revoca dell'isola pedonale sul viale San Martino da parte di una amministrazione comunale che rivendica di aver investito molto sull’ecosostenibilità ambientale e sulla mobilità urbana, con l’adozione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), l’acquisto di numerosi bus elettrici, una rete integrata di parcheggi e altre azioni mirate ad un maggiore utilizzo delle biciclette, dei monopattini e di altri mezzi ecosostenibili.

"Anche quest'anno i messinesi hanno risposto con entusiasmo partecipando in massa all'edizione 2023 di Bicincittà", spiega il presidente della Uisp Messina Santino Cannavò, al termine del corteo ciclistico a cui questa mattina hanno preso parte centinaia di messinesi. "Per la Uisp è certamente un motivo di orgoglio, ma più che gongolare per la grande partecipazione alla nostra manifestazione vorremmo approfittare di questa occasione per ribadire ancora una volta che questa città deve innalzare il livello della qualità della vita e puntare sulla mobilità dolce 365 giorni l'anno".

Approfittando della soleggiata e calda domenica di inizio Maggio, centinaia di messinese, adulti e i bambini, hanno percorso le principali vie di Messina in sella ad una bici, con la possibilità di scegliere tra i due diversi percorsi studiati dagli organizzatori, uno più corto di 4 km e l'altro più lungo di 18 km. 

"I messinesi hanno dimostrato ancora una volta di apprezzare l'uso della bicicletta e questo ci deve far riflettere sul fatto che c'è una gran voglia di riappropriarsi della propria città e viverla senza auto, senza smog e senza rumori", ha detto Cannavò definendo la revoca dell'isola pedonale sul viale San Martino una scelta "in controtendenza con le richieste della maggior parte dei cittadini". "Mi auguro che l'amministrazione Basile colga questi segnali che vengono dai cittadini e dia presto vita ad un modello di città non più autocentrica ma che promuova in maniera convinta e capillare la mobilità sostenibile".

E il sindaco Basile, questa mattina, ha presenziato alla manifestazione organizzata da Uisp Messina, aprendo il corteo ciclistico. La sua presenza è stata un'occasione per parlare di una nuova visione di città.  "In tutto il mondo, e anche alle  nostre latitudini, il modo di vivere le città e gli i spazi comuni è profondamente cambiato e Messina non può non adeguarsi. Le aree pedonali, le piste ciclabili, così come l'individuazione di arterie principali in cui imporre il limite di velocità di 10 km orari  per favorire il contemporaneo passaggio di bici e monopattini sono oggi indispensabili per migliorare la qualità della vita. Fino a quando Messina non capirà questo e fino a quando non si adotteranno provvedimenti consequenziali, Bicincittà non raggiungerà a pieno il suo vero obiettivo, vale a dire restituire spazi di città ai cittadini. 

"Per la Uisp - conclude Cannavò - Bicincittà non è un evento sportivo annuale, ma un nuovo modo di pensare alla mobilità cittadina".

Dal canto suo, il sindaco Basile ha ribadito che la sua amministrazione ha in cantiere una serie di progetti volti a favorire la mobilità sostenibile in modalità permanente: "Sono sindaco e devo ascoltare tutti, ma non c'è alcuna intenzione di tornare indietro su isole pedonali e piste ciclabili.  La nostra prospettiva è di cinque anni e stiamo lavorando per un reale cambiamento culturale in tema di mobilità".

Davanti alle persone presenti a Piazza Duomo, tra il presidente di Uisp Messina ed il primo cittadino è stato inoltre pubblicamente siglato il "patto di Bicincittà": Basile ha chiesto a Cannavò di portare avanti insieme ad Atm Spa un progetto nelle scuole cittadine per  promuovere l'utilizzo del trasporto pubblico e di mezzi ecologici, come le bici.

"Sulle scuole - ha detto il presidente Uisp rivolgendosi al sindaco - con me sfondi una porta aperta, perché è proprio da lì che bisogna partire per diffondere una cultura ecologista e ambientalista, che è poi la missione di tutte le iniziative proposte dalla nostra organizzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bicincittà, Cannavò: "C'è voglia di mobilità sostenibile, revoca dell'isola pedonale scelta in controtendenza"

MessinaToday è in caricamento