VIDEO| Città metropolitana, De Luca: “Una zavorra trasformata in Ferrari”

Scuole e viabilità in primo piano. Il sindaco: “Scongiurato il rischio default possiamo lavorare con serenità”

Una zavorra trasformata in Ferrari. Dopo il 10+ che si è autoregalato, il sindaco Cateno De Luca snocciola i risultati portati a casa per la città metropolitana dopo due anni di mandato. Partendo da un dato certo: “Un’ente che sicuramente si è distinto per l’approvazione dei bilanci. Il 24 aprile è stato approvato quello di previsione e il 19 maggio quello consuntivo. Nessuna città metropolitana in Sicilia è nelle stesse condizioni”. Ed è l'aver scongiurato il rischio default che permette “di poter programmare ora con serenità e mettere in pista tute le risorse”.

L’attenzione concentrata sulle strade, in particolare la strada panoramica e la pista ciclabile con un finanziamento di 40 mila euro, la strada di Faro Superiore, e gli istituti scolastici.

“Ci troviamo di fronte un masterplan anomalo  ha ricordato De Luca - perchè nelle altre città è stato gestito esclusivamente dalla città di riferimento. A Messina per una serie di storie che non ci interessa più ripercorrere, la città è stata spogliata di due terzi del valore del masterplan. Dei 332 milioni ne sono rimasti si e no cento che sono stati suddivisi nel territorio. Rispetto a tutto, questo abbiamo cercato di restituire alla città una parte di risorse di cui è stata spogliata”.

In cifre la relazione: 110 cantieri per 370 milioni di opere cadenzate con aperture ben precise di cantieri ogni tre mesi. Nell'ambito della programmazione complessiva, 140 milioni sono destinati per la messa in sicurezza della viabilità. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO| Città metropolitana, De Luca: “Una zavorra trasformata in Ferrari”

MessinaToday è in caricamento