rotate-mobile
Cronaca Provinciale

Provinciale e il tram a binario unico, il terzo quartiere avvia una petizione

L'iniziativa della circoscrizione dopo le lamentele di residenti e commercianti. Resta sul tavolo il piano B della Uil per mantenere in vita il raddoppio, ma il progetto già finanziato non è più modificabile

Rimane caldo l'argomento inerente i lavori di riqualificazione della linea tranviaria. A Provinciale, il progetto già finanziato dal ministero delle Infrastrutture e aggiudicato, prevede l'eliminazione di un binario per alcune centinaia di metri per allargare il marciapiede e dare respiro ai commercianti della zona. Un'alternativa già contestata da una parte di residenti e dagli stessi commercianti così come dalla terza circoscrizione che ha sposato l'alternativa al progetto proposta dalla Uil. Il sindacato rivendica la possibilità di mantenere attivo anche il secondo binario spostandolo a monte. Ma come ha già specificato il vicesindaco e assessore alla Mobilità Salvatore Mondello, il progetto non è modificabile, soprattutto con variazioni significative.

Intanto, dallo stesso quartiere arriva l'idea di una petizione anche per migliorare la viabilità e risolvere il problema parcheggi nella zona. "In mezzo - spiega il presidente Alessandro Cacciotto - a residenti e commercianti che, più volte, si sono rivolti al Consiglio della terza Municipalità chiedendo invece di pensare ad un piano parcheggi a Provinciale ed in corrispondenza del Palano in quello che ormai è diventato un vero e proprio budello stradale non ritenendo, sembrerebbe, indispensabile l'allargamento del marciapiede per risolvere un problema, quello legato alla viabilità ed al commercio di Provinciale, seriamente compromesso dall'avvento del tram per come originariamente concepito nella sua linea.  Per cercare di dare ancora più voce ai commercianti e residenti di Provinciale, nei prossimi giorni il consiglio della terza Municipalità lancerà una petizione in maniera tale che sia chiara ed inequivocabile la volontà di chi giornalmente ci vive e lavora. Il Consiglio della terza municipalità come in altre occasioni rappresentato, ha a cuore l'ottimizzazione del servizio tranviario, che logicamente sembrerebbe essere garantito dal doppio binario, ma anche la viabilità e vivibilità dei residenti e commercianti di Provinciale che meritano di essere ascoltati per delle decisioni che inevitabilmente li vedono direttamente e principalmente interessati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provinciale e il tram a binario unico, il terzo quartiere avvia una petizione

MessinaToday è in caricamento