menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente di Legambiente Sicilia, Gianfranco Zanna

Il presidente di Legambiente Sicilia, Gianfranco Zanna

Niente pedaggio per biodiesel e biometano, Zanna: "Un provvedimento tutt'altro che green"

Il presidente di Legambiente Sicilia spiega perché l'esenzione sulle autostrade per i mezzi che si riforniscono di biocarburante va modificata. "Il diesel "ecologico" è composto da olio di palma - ha detto - Ingiustamente esclusi veicoli ibridi ed elettrici"

Sulla Palermo-Messina e sulla Messina-Catania i veicoli alimentati a biocarburante viaggeranno gratis. Un provvedimento, quello annunciato dall'assessore regionale ai trasporti Mario Falcone, che consentirà ai mezzi di trasporto trainati a biometano e biodiesel di non pagare il pedaggio lungo la rete gestita dal consorzio autostrade siciliane. Una scelta tutt'altro che green, secondo il presidente di Legambiente Sicilia, Gianfranco Zanna. "Se il provvedimento si fosse fermato ai veicoli trainati da biometano sarebbe stato positivo, ma inserire anche il biodiesel è stato sbagliato", ha detto. 

Il diesel ecologico non possiede quelle caratteristiche di purezza tali da esser considerato un carburante a basso impatto ambientale. "Il biodiesel è quello prodotto da Eni a Gela, ma l'azienda è stata già condannata due anni fa per la pubblicità ingannevole fatta a un carburante composto in realtà da olio di palma", ha spiegato ancora Zanna. "L'inquinamento prodotto per l'estrazione dell'olio di palma e la conseguente distruzione delle foreste tropicali dove si trova il prodotto non rendono il biodiesel una miscela a basso impatto ambientale", ha aggiunto. 

Dall'1 gennaio 2023, infatti, l'Eni dovrà cessare la produzione del carburante. "Il provvedimento regionale doveva essere finalizzato esclusivamente a chi è trainato da biometano", ha sottolineato Zanna. Ma l'ulteriore problema è quello relativo alla certificazione da esibire ai caselli per ricevere l'esenzione. "Il cas dovrebbe rendere il viaggio gratuito per chi usa il Telepass - ha proseguito Zanna - Perché attraverso quel dispositivo puoi qualificare le persone che hanno i mezzi certificati, contrariamente chi certifica che il veicolo utilizza un biocarburante?". 

Una procedura, quindi, che va completata. Intanto, fra l'assessorato, il consorzio e Legambiente, non c'è stata nessuna interlocuzione diretta. "Inoltre sono stati esclusi anche i veicoli ibridi e le macchine elettriche - ha spiegato Zanna - E anche se la risposta è ancora bassa in Sicilia anche quei mezzi sono a basso impatto sull'ambiente e andrebbero inseriti nell'esenzione". 

L'idea di investire in Sicilia sui veicoli green riguarda intanto le ditte di trasporto. "Ma se i nuovi carburanti potessero essere inseriti anche nel trasporto pubblico sarebbe un gran passo avanti - ha concluso Zanna - Intanto ci aspettiamo che il provvedimento venga quanto meno rivisto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento