Cronaca

Aggressione agli agenti di polizia municipale, debutta la body cam: tre denunce

Saranno consegnate alla polizia giudiziaria tutte le immagini registrate dalla telecamera portatile usata per la prima volta dai vigili. La solidarietà del sindaco

Le body cam, telecamere portatili che filmano le azioni del portatore, fanno il loro debutto alla grande in città. 

Utilizzate per la prima volta sabato scorso dalla Polizia municipale hanno subito registrato un grave episodio di aggressione culminato in tre denunce per reati che vanno dalle minacce e all’oltraggio a pubblico ufficiale a rifiuto di fornire le generalità e interruzione di pubblico servizio.

L’episodio è quello scaturito da un controllo in via Cesare Battisti sabato scorso, quando da verifiche incrociate è risultato che un uomo conduceva il proprio veicolo con patente sospesa. Portato in caserma, il l’auto è stata posta sotto fermo amministrativo ed il conducente verbalizzato e segnalato alla Prefettura, ma i parenti che lo hanno raggiunto, sono andati in escandescenze danneggiando parti di arredi dei locali, minacciando ripetutamente i vigili e rifiutando di declinare generalità.

Lo comunica lo stesso sindaco che ha voluto esprimere la propria solidarietà agli agenti di polizia municipale che hanno intensificato i controlli e le attività di viabilità, sicurezza urbana e polizia specialistica. “Nel corso delle procedure i soggetti intervenuti a sostegno del parente fermato hanno tentato più volte di allontanarsi dal reparto unitamente al mezzo fermato, proprio al fine di evitare il sequestro. Sul posto, per contenere la rabbia dei tre soggetti nonché di altri loro familiari che avevano preso d’assedio la sezione nel tentativo di impedire i controlli in atto, è stato chiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine che sono intervenute prontamente. Dopo circa un’ora la situazione è tornata alla quasi normalità”.

Durante tutte le operazioni è stata usata, per la prima volta, appunto la body cam in dotazione alla sezione di Polizia Specialistica che ha registrato tutte le fasi del fermo e le azioni poste in essere sia dal soggetto fermato che dai parenti intervenuti a suo sostegno. Le immagini verranno consegnate alla Autorità Giudiziaria e, proprio in relazioni alla gravità dei fatti accaduti, si attendono ulteriori provvedimenti.

La body cam, che in passato ha creato qualche polemica sulla privacy, è un dispositivo che favorisce una maggiore sicurezza ed efficacia degli interventi di controllo preso sempre più in considerazione da varie amministrazioni per la tutela della sicurezza urbana.

Da sabato sono dunque in dotazione alla polizia municipale che ha assicurato il servizio anche nell’ambito di attività coordinate dal questore per il contrasto e la prevenzione dei fenomeni di bullismo e baby gang, svolgendo servizi di prevenzione mediante l’identificazione di 100 soggetti nelle immediate vicinanze della Galleria Vittorio Emanuele. Intensi i controlli ieri sera anche per la lotta all’abbandono selvaggio dei rifiuti, tanto che nella notte sono stati elevati ben 20 verbali per inosservanza dell' ordinanza 261/16 e 232/18 con sanzioni da 450 a 600 euro ciascuna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione agli agenti di polizia municipale, debutta la body cam: tre denunce

MessinaToday è in caricamento