rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Bombola e accendino in mano tenta di provocare incendio in un palazzo, arrestato 80enne

Il fatto è avvenuto nella zona di Minissale alto, l’anziano non era nuovo a minacce nei confronti degli abitanti dell’edificio

L’episodio è avvenuto la sera del 22 marzo, a Minissale alto, dove un ottantenne dopo aver aperto una bombola di gas di venti chilogrammi ha provato a dare fuoco con un accendino per provocare un incendio in un condominio. Non c’è riuscito solo per le condizioni climatiche non favorevoli e per l’intervento dei condomini che hanno urlato e chiamando i vigili del fuoco lo hanno indotto a desistere. Adesso l’ottantenne è stato arrestato. L’anziano, difeso dall’avvocato Ilaria Intelisano, secondo quanto ricostruito, riteneva quei terreni sui quali sono stati costruiti i palazzi di sua proprietà, in passato gli furono espropriati e non si sarebbe sentito tutelato dallo Stato. Li voleva, insomma, indietro. Quello di martedì sera non è stato l’unico episodio. L’anziano aveva sversato, in una occasione, l’acqua di una cisterna nel cortile dello stabile, danneggiato l’illuminazione interna ed un albero, rovesciato i bidoni della differenziata, colpito con un bastone un tubo della corrente elettrica. “Prima o poi fazzu coppiari tutti”, aveva minacciato i condomini del palazzo. Condotte che hanno indotto il sostituto Giulia Falchi a negare il beneficio degli arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bombola e accendino in mano tenta di provocare incendio in un palazzo, arrestato 80enne

MessinaToday è in caricamento