rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Stop ai cantieri avviati con il bonus 110%, al Comune manca il tecnico per rilasciare i pareri

La denuncia del presidente del consiglio comunale Claudio Cardile dopo aver ricevuto diverse segnalazioni. Il dipendente sarebbe stato sospeso "per motivazioni sconosciute"

Disagi e preoccupazione per i messinesi che hanno avviato i lavori di ristrutturazione con il bonus 110%. Secondo quanto comunicato dal presidente del consiglio comunale Claudio Cardile, infatti, il tecnico che si occupa del rilascio dei visti di invarianza idraulica e di compatibilità geologica è "assente in quanto sospeso per motivazioni a me sconosciute". Da qui lo stop di tutti quegli interventi che prevedano la demolizione e ricostruzione di edifici, miglioramento o adeguamento sismico per la mancanza dei documenti necessari.

Cardile sollecita quindi il commissario straordinario Leonardo Santoro per trovare una soluzione al problema. "La maggiore preoccupazione sta nel fatto che la leggeprevede che per i bonus 110% si debba raggiungere il 30% dei lavori entro il 30 giugno 2022. È di tutta evidenza che la mancanza del soggetto che deve rilasciare dei pareri obbligatori blocca tutte queste procedure con conseguente danno ai soggetti interessati. Pertanto oltre al danno economico alla collettività derivante dal mancato avvio dei cantieri, si somma la potenziale richiesta di risarcimento danni che i soggetti danneggiati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai cantieri avviati con il bonus 110%, al Comune manca il tecnico per rilasciare i pareri

MessinaToday è in caricamento